Lula riceve i brasiliani evacuati da Gaza e afferma: "Non ho mai visto una violenza così disumana contro innocenti"

Lula riceve i brasiliani evacuati da Gaza e afferma: "Non ho mai visto una violenza così disumana contro innocenti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il Presidente brasiliano Lula ha dichiarato nella che il numero di bambini e donne uccisi nel conflitto tra Gaza e Israele è senza precedenti e che Israele sta "uccidendo persone innocenti senza alcun criterio" a Gaza. Per il leader del PT, le conseguenze di questi attacchi sono gravi quanto l'attacco di Hamas, che osservatori occidentali e certa politica utilizza come copertura per i crimini israeliani.

"In questa guerra, dopo quanto provocato da parte di Hamas, le conseguenze della soluzione dello Stato di Israele sono gravi quanto quelle di Hamas, perché stanno uccidendo persone innocenti senza alcun criterio. Lanciare bombe dove ci sono bambini, dove c'è un ospedale, con il pretesto che lì c'è un terrorista, non c'è giustificazione”, ha detto il presidente in un discorso tenuto in occasione di un evento pubblico.

Prima di criticare gli attacchi israeliani, Lula ha celebrato il salvataggio di 32 brasiliani che si trovavano a Gaza. Sono riusciti ad attraversare il confine con l'Egitto domenica e a tornare in Brasile lunedì. Il presidente ha anche ricordato la morte di bambini e donne nel conflitto.

"Finalmente siamo riusciti a riportare indietro le 32 persone, ora vediamo se ci sono ancora persone in Cisgiordania che vogliono venire, perché non lasceremo nessun brasiliano lì se vuole tornare. Oggi è un giorno di festa", ha detto Lula, che ha sottolineato il gran numero di bambini tra le vittime. "Non ho mai sentito che i bambini siano le vittime maggiori in una guerra. Il numero di donne e bambini che sono già morti e il numero di bambini che sono scomparsi non è mai stato visto in nessun'altra guerra", ha continuato.

Il discorso di Lula arriva nel contesto di una crescente pressione internazionale contro gli attacchi israeliani e i casi di persone innocenti uccise, soprattutto bambini ricoverati in ospedale. Dall'inizio del conflitto, ci sono stati più di 10.000 morti in Palestina, di cui circa 4.500 bambini nella Striscia di Gaza, e circa 1.400 israeliani presi di mira dagli attacchi di Hamas, oltre a 240 ostaggi rapiti dal gruppo.

In precedenza, durante una conferenza stampa lunedì, il ministro degli Esteri brasiliano Mauro Vieira ha commentato il salvataggio e ha affermato che il presidente Lula sta lavorando per un cessate il fuoco nella regione. "Lula è coinvolto nella questione, ha parlato con i leader della regione e con le Nazioni Unite. La sua intenzione è quella di riesaminare la questione al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per trovare un modo di sospendere l'ostilità e una tregua umanitaria per la popolazione civile che si trova ancora a Gaza".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream di Andrea Puccio Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti