La Russia espelle dipendente ambasciata italiana a Mosca

La Russia espelle dipendente ambasciata italiana a Mosca

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Cancelleria russa ha dichiarato "persona non grata" un dipendente dell'Ambasciata italiana, che dovrà lasciare il Paese entro 24 ore, in risposta ad analogo provvedimento di Roma.

L'ambasciatore italiano a Mosca, Pasquale Terracciano, è stato convocato oggi dal ministero degli Esteri russo, che ha consegnato una nota di “persona non grata” a Curzio Pacifici, addetto navale e addetto alla Difesa presso l'Ambasciata italiana in Russia.

Secondo un comunicato del ministero degli Esteri russo, il provvedimento è stato preso in risposta "alle azioni ostili e ingiustificate delle autorità italiane nei confronti dell'addetto militare presso l'ambasciata russa a Roma".

Da buoni servi scocchi di Washington, si creano precedenti e si rompe un amicizia con la Russia che non si erano verificati neanche ai tempi dell'URSS.

A fine marzo, due dipendenti dell'Ufficio dell'Addetto militare russo a Roma sono stati dichiarati sgraditi dopo che i carabinieri hanno arrestato per presunto spionaggio un ufficiale delle Forze armate russe accreditato presso l'Ambasciata in Italia, oltre a Walter Biot, capitano della Marina Militare italiana,

Il ministero degli Esteri russo si è quindi rammaricato del provvedimento e ha assicurato che l'espulsione dei diplomatici non corrisponde ad una rottura delle relazioni bilaterali.

 

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti