World Affairs/Nuova provocazione USA. Washington invierà 2 portaerei nel Mar C...

Nuova provocazione USA. Washington invierà 2 portaerei nel Mar Cinese Meridionale, dove Pechino conduce manovre militari

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

La Marina degli Stati Uniti invierà le navi da guerra USS Nimitz e USS Ronald Reagan, così come diverse imbarcazioni, nel Mar Cinese Meridionale nei prossimi giorni per condurre esercitazioni militari in questa parte del Pacifico.

 
La flotta americana indica che queste manovre sono pianificate, tuttavia, il loro annuncio arriva poco dopo che la Cina ha iniziato le esercitazioni militari di 5 giorni partite mercoledì scorso in una zona contesa, dove si trovano le Isole Paracelso, nel Mar Cinese Meridionale.
 
Il portavoce della settima flotta americana, Joe Jeiley, ha dichiararto alla CNN  che i gruppi di attacco della USS Nimitz e della USS Ronald Reagan stanno conducendo operazioni nel Mar delle Filippine e in Cina che "offre opportunità di addestramento avanzate " per le forze statunitensi e "offre ai comandanti combattenti una significativa flessibilità operativa nel caso in cui tali forze fossero chiamate in risposta a situazioni regionali".

Esercitazioni in Cina

Giovedì scorso, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha espresso "preoccupazione" per la decisione di Pechino di svolgere gli esercizi militari intorno alle isole Paracels nel Mar Cinese Meridionale dal 1 al 5 luglio e  ha osservato che la loro conduzione in un'area che comprende le acque e il territorio contesi "è controproducente per gli sforzi volti ad allentare le tensioni e mantenere la stabilità".

 
 
In risposta, il  3 luglio il ministero degli Esteri cinese ha comunicato che le isole Paracelso sono  "indiscutibili territori cinesi"  e che i suoi militari effettuano manovre "all'interno della sovranità" del paese, suggerendo che l'attività di Washington è "la ragione fondamentale compromettendo la stabilità "nel Mar Cinese Meridionale. 
 
 
  • Le isole Paracelso sono 230 chilometri a sud della Cina, che controlla quell'arcipelago dal 1974. Tuttavia, anche Vietnam, Filippine, Brunei e Malesia rivendicano i loro diritti su quel territorio, che potrebbe ospitare  preziosi giacimenti di petrolio e gas .
  • Pechino costruisce isole artificiali e schiera infrastrutture militari negli arcipelaghi Spratly e Paracelsus per consolidare il suo dominio, nonostante le proteste dei suoi vicini e degli Stati Uniti, che temono la crescente influenza del gigante asiatico nella regione. 
 
 
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa