/ Nuove pressioni USA per spingere la Germania a inviare truppe di ...

Nuove pressioni USA per spingere la Germania a inviare truppe di terra in Siria per "sostituire parzialmente" le forze americane

 

Il rappresentante speciale degli Stati Uniti per la Siria, James Jeffrey si è recato a Berlino venerdì scorso per cercare di ottenere il sostegno militare e finanziario dal governo tedesco, per non parlare dell'obiettivo principale, l'espansione della missione militare tedesca in Siria.


Il diplomatico statunitense James Jeffrey ha chiesto formalmente alla Germania di inviare truppe in Siria per aiutare a combattere il gruppo terroristico ISIS, sostenendo che gli alleati devono fornire supporto tecnico all'opposizione guidata dai curdi.
 
Ai media tedeschi, il rappresentante speciale USA per la Siria ha invitato la Germania a inviare addestratori militari, specialisti della logistica e tecnici per aiutare le forze democratiche siriane guidate dai curdi (FDS) che combattono l'ISIS.
 
"Vogliamo truppe di terra dalla Germania per sostituire parzialmente i nostri soldati", ha ribadito Jeffrey, aggiungendo che spera di ricevere una risposta dal governo tedesco questo mese.
 
 
"Speriamo che i tedeschi saranno in grado di fare di più", ha aggiunto Jeffrey. "Sono ottimista: alcuni alleati schiereranno truppe di terra, ne sono sicuro."
 
Durante la sua visita a Berlino Jeffrey ha cercato di ricevere impegni militari e finanziari da parte del governo tedesco e di altri partner della coalizione.
 
Senza chiedere un numero specifico di soldati, Jeffrey ha sottolineato che le truppe di terra non sarebbero necessariamente coinvolte direttamente nel combattimento, ma avrebbero bisogno di essere in grado di difendersi anche se il combattimento non dovrebbe essere escluso.
 
Attualmente, la coalizione che combatte l'ISIS comprende circa 80 paesi, con la Germania che contribuisce con jet da ricognizione, un aereo di rifornimento e addestratori militari di stanza in Iraq.
 
Quando il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas visitò l'Iraq a giugno, dichiarò che il suo paese sarebbe stato pronto ad estendere la missione oltre la data di scadenza di ottobre, tuttavia, secondo la legge tedesca, è il parlamento che deve approvare tutte le missioni militari all'estero.
 
Washington ha aumentato le sue pressioni su Berlino, cercando di espandere la sua missione anti-terrorismo in Siria. Le richieste degli Stati Uniti non trovano favorevole il Partito socialdemocratico, membro della coalizione di governo, che vuole che il governo finisca il suo impegno in Siria quest'anno.
 
Fonte: DW - Foto AP
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa