Pechino: L'invio di bombe a grappolo a Kiev potrebbe causare problemi umanitari

Pechino: L'invio di bombe a grappolo a Kiev potrebbe causare problemi umanitari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La fornitura "irresponsabile" di munizioni a grappolo da parte di Washington a Kiev potrebbe causare problemi umanitari nell'area del loro utilizzo, ha avvertito, questa mattina, la portavoce del ministero degli Esteri cinese Mao Ning in una conferenza stampa.

Alla domanda di un giornalista dell'agenzia TASS sulla decisione dell'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di fornire questo tipo di armi alle truppe ucraine, la funzionaria ha risposto che la benzina non dovrebbe essere versata sul fuoco nel conflitto ucraino.

"La Cina ha notato che la corrispondente decisione degli Stati Uniti ha causato una diffusa preoccupazione nella comunità internazionale. Molti paesi hanno espresso esplicitamente la loro opposizione a questo. La consegna irresponsabile di munizioni a grappolo potrebbe facilmente causare problemi umanitari", ha ribadito.

Venerdì scorso la Casa Bianca ha annunciato un nuovo pacchetto di assistenza militare per Kiev che includerà questo tipo di arma. Biden ha affermato che si trattava di una decisione "molto difficile" ma necessaria. Nel frattempo, un certo numero di paesi, come Spagna, Canada, Germania e Austria, hanno espresso il loro rifiuto di inviare questi proiettili a Kiev, allertando sul pericolo che rappresentano per la popolazione civile.

Dal canto loro, da Mosca hanno sottolineato che si tratta di "un gesto di disperazione e di dimostrazione di impotenza", oltre che una nuova manifestazione dell'aggressiva politica antirussa di Washington. Secondo la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, la decisione degli Stati Uniti non è altro che "un cinico tentativo di prolungare l'agonia delle attuali autorità ucraine senza tener conto delle vittime civili".

A causa dell'incidenza letale di queste armi sulla popolazione civile, 123 paesi hanno adottato  nel 2008 una convenzione che proibisce l'uso di bombe a grappolo. Va notato che 111 nazioni fanno parte dell'accordo, mentre solo 12 sono le firmatarie.

 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti