Pino Arlacchi - Attentato a Fico e strage di Mosca: 2 dimostrazioni dell'impotenza del terrorismo

Pino Arlacchi - Attentato a Fico e strage di Mosca: 2 dimostrazioni dell'impotenza del terrorismo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Pino Arlacchi*

La notizia dell’attentato alla vita del primo ministro della Slovacchia, Robert Fico, mi arriva mentre scrivo un commento sulla strage di Mosca del 23 marzo scorso. I due eventi hanno lo stesso (non) significato e la stessa matrice, cioè il terrorismo. Terrorismo di Stato o “dei privati” poco importa. Il risultato è lo stesso, cioè zero. Il nulla. La dimostrazione di una impotenza assoluta.

Né la strage di Mosca né il tentato assassinio di Fico – un politico che si opponeva alla guerra contro la Russia - cambieranno di una virgola i termini della guerra in corso.
Perché il terrorismo è così. È teatro. Un macabro teatro gestito da invasati e mitomani che si illudono di influenzare le ruote della storia. La quale li ignora e li getta nel dimenticatoio dopo averli misurati per quello che sono.

A distanza di meno di due mesi, c’è qualcuno si ricorda dell’attentato di Mosca, eccetto i congiunti e gli amici delle vittime? A cosa è servito massacrare 200 esseri umani per il solo delirio di aver fatto la storia battendo la grancassa mediatica?

A cosa serve, in altro contesto, a Gaza, sterminare donne e bambini palestinesi se non ad accumulare lutti e odii che stanno agli antipodi della politica e della ragione. E che in questo caso, per giunta, non verranno dimenticati?


*Post Facebook del 16 maggio 2024

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti