Protesta a Vienna contro le restrizioni Covid alla vigilia del nuovo lockdown generale

Protesta a Vienna contro le restrizioni Covid alla vigilia del nuovo lockdown generale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dopo le due proteste di Rotterdam, anche i cittadini austriaci scendono in piazza per protestare contro le nuove restrizioni decretate dal governo. Inoltre il governo ha annunciato che dal 1 febbraio del prossimo anno entrerà in vigore l’obbligo vaccinale per tutti gli austriaci. 

Decine di migliaia di persone si sono riversate in piazza Piazza degli Eroi di fronte all'Hofburg, l'ex palazzo imperiale nel centro di Vienna, nel primo pomeriggio, uno dei numerosi luoghi di protesta.

Molti manifestanti sventolavano bandiere austriache - anche qualche bandiera italiana si è intravista - e portavano cartelli con slogan come "no alla vaccinazione", "basta" o "abbasso la dittatura fascista".

A metà pomeriggio, secondo la polizia, i manifestanti sono arrivati a circa 35.000 persone e hanno iniziato a marciare lungo la circonvallazione interna di Vienna prima di tornare verso l'Hofburg.

Un portavoce della polizia ha affermato che ci sono stati meno di 10 arresti, per violazione delle restrizioni sul coronavirus, riferisce Reuters. 

Circa il 66% della popolazione austriaca è completamente vaccinata contro il COVID-19, uno dei tassi più bassi dell'Europa occidentale. Molti austriaci sono però scettici sui vaccini. 

Al risalire dei contagi è stato imposto un lockdown solo ai non vaccinati, il governo ha poi reso noto venerdì che avrebbe reintrodotto un lockdown generalizzato il lunedì e reso obbligatorio vaccinarsi a partire dal 1° febbraio.

Il Partito della Libertà (FPO) e altri gruppi critici sui vaccini avevano già pianificato la protesta odierna prima dei nuovi annunci governativi. Dopo l’annuncio delle nuove misure il leader dell'FPO Herbert Kickl ha affermato: “"Da oggi, l'Austria è una dittatura".

Intanto la protesta continua anche in Olanda. Il giorno dopo la rivolta di Rotterdam, migliaia di persone si sono radunate nella centrale piazza Dam di Amsterdam per protestare contro le restrizioni governative sul Covid. I manifestanti hanno poi lasciato la piazza centrale e hanno marciato pacificamente per le strade della città, strettamente monitorati dalla polizia. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia