Provocazione olandese nel Mar Nero. La Russia invia i caccia Su-30 e bombardieri Su-24

Provocazione olandese nel Mar Nero. La Russia invia i caccia Su-30 e bombardieri Su-24

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Ancora tensione alta tra Russia e paesi NATO che continuano a muoversi provocatoriamente nei pressi dei confini di Mosca con fare aggressivo. 

Questa volta è stata una fregata olandese a muoversi verso lo stretto di Kerch e quindi Mosca si è vista costretta, come da prassi in questi casi, a far decollare i suoi caccia per prevenire la violazione del confine. A renderlo noto è il ministero della Difesa russo come riporta l’agenzia Tass. 

Invece il ministero della Difesa olandese afferma che i caccia russi hanno creato una situazione pericolosa nel Mar Nero sorvolando troppo da presso la la fregata The Evertsen. L'incidente si è verificato il giorno successivo alla provocazione della nave da guerra britannica Defender al largo della Crimea con intrusione nelle acque territoriali della Russia.

"Il 24 giugno 2021 i mezzi della flotta del Mar Nero per monitorare i movimenti delle navi della NATO nel Mar Nero hanno stabilito che la fregata olandese The Evertsen ha cambiato rotta nelle acque internazionali e ha iniziato a muoversi verso lo stretto di Kerch. Per prevenire una violazione delle acque territoriali della Russia caccia Sukhoi-30 e bombardieri Sukhoi-24 sono stati fatti decollare per volare vicino alla nave navale olandese a distanza di sicurezza", ha detto il ministero della Difesa, aggiungendo che la fregata si è prontamente allontanata dal confine russo e ha continuato lungo la rotta originale.

Gli aerei hanno seguito rigorosamente le regole internazionali, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Gli aerei sono tornati alla base dopo aver svolto il loro lavoro. 

Il Ministero della Difesa dei Paesi Bassi, invece, ha accusato i caccia russi di essersi pericolosamente avvicinati alla fregata olandese Evertsen nel Mar Nero, creando una situazione pericolosa. Secondo il ministero l'incidente è avvenuto giovedì scorso, quando la nave da guerra è rimasta a sud-est della Crimea. "Gli aerei hanno ripetutamente molestato l'Evertsen tra le 15:30 e le 20:30 ora locale", hanno affermato i vertici del ministero olandese.

Secondo la parte olandese, "i caccia erano armati di bombe e missili aria-superficie destinati a colpire bersagli dall'alto" e "volavano pericolosamente vicini e bassi (sopra la fregata), simulando attacchi". Inoltre, la fregata ha subito interruzioni delle sue apparecchiature elettroniche dopo il sorvolo. 

Insomma, dopo i britannici anche gli olandesi hanno constatato che bisogna andarci cauti con le provocazioni verso Mosca. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato di Savino Balzano Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza di Damiano Mazzotti La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia