Russia all'Onu: “Cecità selettiva” dell'Occidente verso i crimini del regime di Kiev

Russia all'Onu: “Cecità selettiva” dell'Occidente verso i crimini del regime di Kiev

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I Paesi occidentali che sostengono il regime di Kiev stanno apertamente autorizzando attacchi contro obiettivi civili russi e con armi da loro fornite, ha denunciato il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Vasili Nebenzia.

Secondo il diplomatico russo, i Paesi occidentali stanno cercando di esercitare e dimostrare una "cecità selettiva" nei confronti dei crimini commessi dalle Forze armate ucraine. Nebenzia ha fatto riferimento all'attacco ucraino di domenica scorsa contro un edificio residenziale nella città russa di Belgorod, dove il bilancio delle vittime ha già superato i 19 morti. 

Il rappresentante russo ha sottolineato che la colpa di questi attacchi è dei Paesi occidentali, perché "gli sponsor del regime di Kiev continuano a rifornirla di armi a lunga gittata, a fornirle intelligence, a inviare in Ucraina i loro istruttori e mercenari nell'illusoria speranza di infliggere una sconfitta strategica alla Russia e di indebolire il nostro Paese".

"Nel disperato tentativo di ottenere il risultato auspicato dai loro protetti, i sostenitori del regime di Zelensky hanno già iniziato a dargli apertamente il permesso di attaccare obiettivi pacifici con le armi da loro fornite", ha detto Nebenzia.

Martedì, il ministro della Difesa britannico Grant Shapps ha dichiarato che Kiev ha ricevuto il permesso da Londra di usare le sue armi negli attacchi contro la repubblica russa di Crimea.  Ha confermato l'affermazione del ministro degli Esteri britannico David Cameron, secondo cui l'Ucraina ha il diritto di utilizzare le armi britanniche per effettuare attacchi in territorio russo.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti