Russia, ecco Okhotnik: moderno modulo di combattimento comandato a distanza

Russia, ecco Okhotnik: moderno modulo di combattimento comandato a distanza

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L’avanzamento della Russia continua spedito in tutti gli ambiti del settore difesa. Mosca, dai caccia agli armamenti, procede a un grande sforzo di ammodernamento tale che il paese possa fronteggiare con sempre maggiore efficienza le minacce sempre maggiori portate dai nemici. NATO in testa.

La Elektromachina NPO (una sussidiaria di Uralvagonzavod, UVZ) ha concluso con successo le prove del modulo di combattimento Okhotnik per i veicoli corazzati Taifun-K, equipaggiati con la mitragliatrice 6P49, ha detto UVZ a TASS.

"La nuova mitragliatrice, sviluppata nello stabilimento di Degtyaroyov, migliora notevolmente le caratteristiche del modulo di combattimento, aumentando la competitività del nostro prodotto e mettendolo alla pari con i leader mondiali. L'impianto ha effettuato il miglioramento del modulo di combattimento di propria iniziativa”, ha spiegato Sergei Abramov, vice capo progettista di Elektromachina.

Secondo Abramov, il produttore di mitragliatrici ha ottenuto il permesso di produzione in serie nel novembre 2020.

"Spediremo a breve un lotto di moduli di combattimento Okhotnik per Taifun-Ks con la nuova mitragliatrice. Anche i moduli per la Marina e altri veicoli speciali saranno spediti con la nuova modifica", ha aggiunto.

Secondo UVZ, il modulo Okhotnik ha recentemente superato le prove a Nizhny Tagil. "Ci aspettavamo un aumento della precisione quando si utilizzava la nuova mitragliatrice e le prove di tiro lo hanno confermato. L'efficienza del colpo è aumentata del 20-30%", ha detto la società.

La versione navale del modulo si chiama Narval.

L'Okhotnik (Narval) è uno dei più moderni moduli di combattimento controllati a distanza, sviluppato in Russia. Le sue armi principali sono stabilizzate su due piani, rendendo possibile colpire bersagli in movimento a oltre 1.000 metri. È dotato di una telecamera con raggio di identificazione fino a 5.000 metri, un dispositivo di visione termica con raggio di identificazione di 2.500 metri e un misuratore di distanza laser. 

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti