Sorpresa! Torna la sinistra in America Latina

Sorpresa! Torna la sinistra in America Latina

In Messico arriva la rivincita

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di John M. Ackerman - RT
 

Sorpresa! Quando meno te l’aspetti, la sinistra torna in America Latina.

 

L’ottima performance in Ecuador del candidato anti-neoliberista, Lenin Moreno, nel primo turno dimostra che non è vero che il ciclo di governi progressisti sia giunto al termine. 

 

Affermano che la sinistra sia morta in America Latina. Che la destituzione di Rousseff in Brasile, la vittoria di Macri in Argentina e la guerra economica contro Maduro in Venezuela comportano la fine di un’epoca. Chi come noi lotta per la giustizia, la pace e la sovranità non deve darsi per vinto e accettare una presunta sconfitta. Sarebbe un errore grave, soprattutto perché in Messico arriva la rivincita.

 

Il partito di López Obrador, Morena, è riuscito a raggiungere nel 2016 quello che hanno mancato sia Podemos in Spagna che Bernie Sanders negli Stati Uniti: il tanto anelato ‘sorpasso’ dove la nuova sinistra rinnovata scalza la vecchia presunta sinistra burocratizzata e corrotta. 

 

Dopo due tornate elettorali, Podemos non è riuscito a scalzare il PSOE in Spagna e Bernie Sanders ha dovuto rassegnarsi a fare campagna in favore di Hillary Clinton. 

 

López Obrador ha ormai superato e lasciato alle sue spalle la vecchia sinistra rappresentata dal Partito della Rivoluzione Democratica. Adesso si trova in testa a tutti i sondaggi elettorali in vista delle elezioni del 2018. Tutti adesso vogliono stare con Morena e López Obrador. 

 

Tutto sembra indicare che così come il Messico fu l’eccezione durante ‘l’ondata rosa’ della sinistra in America Latina, anche questa volta sarà l’eccezione in una fase di riflusso verso la destra. Come accadde con la rivoluzione del 1910 e con la rivolta zapatista nel 1994, il Messico potrà di nuovo essere da esempio per il mondo.  

(Traduzione dallo spagnolo per l'AntiDiplomatico di Fabrizio Verde)


Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...