The Economist: gli attacchi ucraini con droni all'interno della Russia effettuati grazie all'intelligence occidentale

The Economist: gli attacchi ucraini con droni all'interno della Russia effettuati grazie all'intelligence occidentale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'Economist ha riferito domenica scorsa che i crescenti attacchi di droni dell'Ucraina all'interno della Russia vengono effettuati utilizzando l'intelligence raccolta dai sostenitori occidentali di Kiev.

Nell’articolo si citano fonti vicine agli sviluppatori di droni ucraini e ad addetti ai lavori militari ucraini, incluso un coordinatore dei velivoli senza pilota all’interno dell’intelligence militare ucraina. Oltre a spiegare la pianificazione degli attacchi con i droni, che prevede la raccolta di informazioni sulle difese aeree russe.

“Gli operatori lanciano la mattina presto (quando la concentrazione dei difensori potrebbe diminuire) e utilizzano un ordine di attacco progettato per tenere occupate le difese aeree. Raccolgono informazioni (spesso da partner occidentali) su radar, guerra elettronica e mezzi di difesa aerea”, si legge nell’articolo.

Dato che l’Ucraina ha intensificato in modo significativo gli attacchi di droni all’interno della Russia, i funzionari dell’amministrazione Biden hanno insistito sul fatto che gli Stati Uniti non “incoraggiano né consentono” le operazioni . Il rapporto contraddice le affermazioni, poiché gli Stati Uniti sono il principale sostenitore occidentale della guerra dell’Ucraina contro la Russia.

L'editorialista del Washington Post David Ignatius ha riferito sempre domenica scorsa che gli Stati Uniti si aspettano che gli attacchi di droni ucraini contro la Russia aumentino ancora di più. Ha descritto la raffica di 42 droni che hanno preso di mira la Crimea venerdì scorso come “un assaggio di ciò che ci aspetta”.

Inoltre, nel reportage dell’Economist si sostiene che uno degli scopi degli attacchi dei droni, che prevedono di prendere di mira edifici residenziali a Mosca, è quello di avere un “impatto psicologico” sui “cittadini comuni” non colpiti dalla guerra, nel senso che si prendono di mira di proposito i civili.

Quando il mese scorso gli attacchi ucraini a Mosca sono diventati più frequenti, Yurii Ihnat, portavoce dell’aeronautica ucraina, aveva affermato che “ora la guerra sta colpendo coloro che non erano interessati”. Il presidente Volodymyr Zelenskyj aveva avvertito che la guerra sta tornando nei “centri simbolici” della Russia.

Una fonte dell’intelligence militare ucraina ha dichiarato all’Economist che gli attacchi dei droni colpiscono anche siti militari, come le basi aeree russe. “Rispondiamo agli appelli delle nostre brigate. Ci dicono che sanno dove sono conservate le armi russe, ma non hanno modo di colpirle, e ci chiedono di aiutarli", ha precisato la fonte.

 

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La guerra non conviene, mai! di Michele Blanco La guerra non conviene, mai!

La guerra non conviene, mai!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti