/ Trump si vanta di costruire nuove armi nucleari però spera di "no...

Trump si vanta di costruire nuove armi nucleari però spera di "non usarle mai"

 

Il presidente degli Stati Uniti si è vantato dell'enorme budget della difesa del paese per i militari statunitensi di stanza nella Corea del Sud. Durante una visita, ieri, alla Osan Air Base vicino a Seoul (Corea del Sud), il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump si è vantato dei miglioramenti militari nel suo paese, che sono costati migliaia di dollari, e ha detto che spera di "non usarli mai".
 
"Ci stiamo completamente ristrutturando e migliorando, e in alcuni casi otteniamo completamente nuove armi nucleari, non abbiamo mai dovuto usarle, ma abbiamo il migliore del mondo", ha dichiarato il presidente rivolgendosi ai soldati americani alla base.
 
Sebbene Trump abbia ripetutamente insistito sul fatto che non avrebbe mai voluto usare le armi nucleari, alcune delle recenti azioni del suo governo hanno aumentato la minaccia dello scontro nucleare con l'Europa. La decisione di Washington di ritirarsi dal Trattato sui missili a medio e corto raggio (INF) con la Russia all'inizio di quest'anno ha sollevato timori in Europa di un accumulo di armamenti nucleari in stile Guerra Fredda.
 

 
D'altra parte, il piano degli Stati Uniti sui sistemi missilistici nello spazio ha rivelato un altro vantaggio del suo programma di difesa, la cui gestione è stata considerata dalla Russia come una strategia che potrebbe portare a una corsa agli armamenti nel campo spaziale.
"La militarizzazione dello spazio è solo una questione di tempo", ha ricordato il presidente degli Stati Uniti.
 
"Qualunque cosa volete, la compriamo"
 
Al suo arrivo al potere, Trump ha aumentato le spese militari a 700 miliardi di dollari e prevede di raccogliere 16.000 milioni in più per il prossimo anno. "Sapete quanti sono 700 miliardi?", ha chiesto Trump ai militari presenti. "Qualunque cosa tu voglia, la compriamo", ha risposto, mentre riceveva applausi dal pubblico.
 
Trump ha promesso all'esercito che vedranno presto "centinaia e centinaia" di velivoli, compresi 78 caccia F-35 di quinta generazione, 24 Hornets F / A-18 e otto Boeing F-15X. Inoltre, ha aggiunto che 146 elicotteri Black Hawk e Apache entreranno in servizio il prossimo anno, insieme a 165 carri armati Abrams e 12 navi da guerra, una portaerei e tre cacciatorpediniere.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa