VIDEO IMPERDIBILE. Venezuela, con una domanda la deputata Ilhan Omar inchioda il criminale di guerra Elliott Abrams

VIDEO IMPERDIBILE. Venezuela, con una domanda la deputata Ilhan Omar inchioda il criminale di guerra Elliott Abrams

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



"Non sono riuscita a capire perché questo comitato o gli statunitensi dovrebbero trovare attendibile una sua testimonianza oggi. L'8 febbraio 1982 lei ha testimoniato di fronte alla Commissione esteri del Senato  
circa la politica degli Stati uniti in El Salvador. In quell'occasione lei liquidò come propaganda comunista i rapporti a proposito del massacro di Mosote, nel quale oltre 800 civili, compresi bambini di due anni, furono brutalmente assassinati da truppe addestrate dagli Usa".




Nulla più di questa audizione del criminale di guerra Elliot Abrams, oggi incaricato a preparare la guerra contro il Venezuela, vi mostra il volto del regime degli Stati Uniti.



Le domande sono poste dalla giovane deputata Ilhan Omar, nata a Mogadiscio, in Somalia, nel 1981. All'età di 10 anni, a seguito dello scoppio della guerra civile in Somalia, è scappata insieme alla famiglia, rifugiandosi in un campo profughi in Kenya, in cui ha vissuto per quattro anni. Ilhan oggi è deputata del Partito democratico in Minnesota e proprio perché conosce sulla sua pelle quello che significa l'interventismo imperialista occidentale su una nazione si esprime in questo modo sul colpo di stato in corso in Venezuela. Proprio per questo conosce sulla propria pelle i massacri di cui il criminale Abrams è responsabile.


"In quel massacro alcune di quelle truppe violentarono ragazzine di 12 anni prima di ucciderle. In seguito lei disse che la politica Usa in El Salvador fu un successo favoloso. Lo pensa tuttora?", domanda Omar al criminale Abrams. Guardate la sua faccia nella risposta. Vale più di ogni possibile parola.


Buona visione:


 

Potrebbe anche interessarti

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

In difesa di Alessandro Barbero In difesa di Alessandro Barbero

In difesa di Alessandro Barbero

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti