/ VIDEO. Madre Agnese Mariam de la Croix: "I ribelli bloccano l'eva...

VIDEO. Madre Agnese Mariam de la Croix: "I ribelli bloccano l'evacuazione dei civili nel Ghouta per usarli come scudi umani"

 

Secondo Madre Agnes-Mariam De La Croix alcune organizzazioni "gonfiano" per scopi oscuri il numero di persone intrappolate nell'enclave.


I cosiddetti "ribelli siriani" ostacolano l'evacuazione della popolazione civile del Ghouta orientale, perché sono usati come scudi umani, ha rivelato a RT Madre Agnés-Mariam De La Cruz, una monaca di origine franco-colombiana del monastero greco-cattolico di San Giacomo Mutilato da Qara, in Siria.
 
"I ribelli o i terroristi sostengono che non fanno nulla per impedire la partenza di civili, ma la realtà che abbiamo visto, come in altre parti della Siria, è che non vogliono che lascino l'enclave perché li usano come scudi umani", ha spiegato la religiosa.
 

 
Ha anche indicato che da quando è entrata in vigore la tregua umanitaria nel Ghouta orientale, solo circa 100 persone sono riuscite a fuggire dall'area assediata.
Secondo De La Cruz, circa 250.000 civili sarebbero ancora intrappolati nell'enclave, e nega che questo numero sia doppio, come affermano organizzazioni come l'Osservatorio siriano per i diritti umani, che ha la sua base operativa nel Regno Unito.
 
Secondo la religiosa, questa cifra è stata gonfiata intenzionalmente per presentare alla comunità internazionale il presunto sostegno della popolazione civile ai ribelli. "Ad Aleppo si diceva che 500.000 persone erano intrappolate nell'enclave, ma in realtà non erano più di 92.000", ha aggiunto.
 
D'altra parte, le accuse che alcuni paesi fanno contro Damasco sul presunto uso di armi chimiche hanno lo scopo di giustificare la "distruzione" della Siria o di prenderne il controllo, ha concluso.
 
Fonte: RT
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa