/ Xi Jinping avverte che il Golfo Persico è un "crocevia tra guerra...

Xi Jinping avverte che il Golfo Persico è un "crocevia tra guerra e pace"

 

Il leader cinese ha esortato tutte le parti a mantenere la calma e ad agire con moderazione, sostenendo nel contempo di rafforzare il dialogo per "salvaguardare la pace".


Il Presidente della Cina, Xi Jinping, è convinto che il Golfo Persico si trova in una situazione molto delicata, che ha definito come "crocevia tra guerra e pace", prima dell'inizio del vertice del G20 a Osaka, riferisce Xinhua.
 
"La Cina è sempre dalla parte della pace e si oppone alla guerra", ha ribadito il presidente cinese dopo aver incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres. "Tutte le parti devono rimanere calme e agire con moderazione, rafforzare il dialogo e la consultazione e salvaguardare congiuntamente la pace e la stabilità regionali", ha spiegato Xi.
 
Le tensioni nella regione del Medio Oriente si sono intensificate nelle ultime settimane dopo che il 19 giugno scorso l'Iran ha abbattuto un drone americano che era entrato nel suo spazio aereo nelle acque dello Stretto di Hormuz.
Inoltre, Washington ha accusato Teheran degli attacchi subiti da due petrolieri nel Golfo di Oman, un'accusa che il paese persiano ha categoricamente negato.
 
Secondo la Reuters, Pechino ha stretti rapporti commerciali e di energia con Teheran, ma deve stare attento, poiché cerca anche buoni rapporti con l'Arabia Saudita, principale rivale dell'Iran nella regione. La settimana scorsa, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha criticato i "metodi di pressione estrema" intrapresi da Washington contro Teheran e ha invitato tutte le parti a "non aprire il vaso di Pandora" nel Golfo Persico.
 
Fonte: Reuters, Xinhua
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa