Gli Stati Uniti firmano un contratto con le milizie curde per rubare il petrolio siriano

Gli Stati Uniti firmano un contratto con le milizie curde per rubare il petrolio siriano

Una compagnia petrolifera statunitense ha firmato un accordo con i miliziani curdi per saccheggiare petrolio dalla Siria con il sostegno dell'amministrazione Trump

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'accordo per la commercializzazione del petrolio nel territorio controllato dalle cosiddette forze democratiche siriane (FDS), una milizia a guida curda, appoggiata dagli Stati Uniti, e per sviluppare e modernizzare i campi esistenti è stato firmato la scorsa settimana "con la conoscenza e l'incoraggiamento di La Casa Bianca " , ha riferito, ieri, il quotidiano on line con sede a Washington DC , Al-Monitor citando fonti a conoscenza dell'accordo.


 
Queste fonti hanno nominato la compagnia petrolifera Delta Crescent Energy LLC e hanno precisato che una società con sede nel Delaware, dove ci sono altre società che gestiscono i fondi rubati da Guaidó al popolo del Venezuela, aveva ricevuto una licenza dall'Office of Foreign Assets Control (OFAC) del Dipartimento del Tesoro dagli Stati Uniti, per operare in Siria.
 
Fonti hanno confermato che Lindsey Graham, senatrice repubblicana della Carolina del Sud, vicino al presidente Donald Trump, ha parlato mercoledì scorso con il comandante delle sedicenti FDS, Mazloum Kobani, il quale ha parlato del patto e le ha chiesto di trasmettere i dettagli al capo di Stato.
 
Durante la sua testimonianza davanti al Comitato per le relazioni estere del Senato, ieri, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha detto a Graham: "L'accordo ha richiesto un po' più di quanto ci aspettassimo, e ora siamo in la fase di attuazione ".
 
Le fonti hanno comunicato ad Al-Monitor che il governo degli Stati Uniti aveva anche concordato di fornire due raffinerie modulari all'autoproclamata amministrazione autonoma della Siria nord-orientale, istituita dalle milizie curde.
 
Queste milizie insieme alle forze statunitensi controllano la maggior parte della ricchezza petrolifera siriana, che è concentrata nei giacimenti petroliferi di Al-Rmelan, a nord e attorno ad Al-Hasaka (nord-est Siria) e nel Campi petroliferi Al-Omar, situati ad est della provincia di Deir Ezzor (est Siria).
 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti