/ A reti unificate l’"aggressione antisemita effettuata dai Gilets ...

A reti unificate l’"aggressione antisemita effettuata dai Gilets Jaunes" contro Alain Finkielkraut

 
 

A reti unificate l’”aggressione antisemita effettuata dai Gilets Jaunes” contro Alain Finkielkraut, “attestata” dalle urla (“sporco ebreo", "sporco sionista", "la Francia è dei francesi", "Palestina", "il popolo ti punirà") rivolte da un tizio con la giacchetta gialla - subito immortalato dalle numerose telecamere miracolosamente lì presenti – che non si sa chi sia, né chi rappresenti. Eppure il filosofo Alain Finkielkraut (già insignito tra gli "immortali" dell'Acadèmie Francais) di aggressioni (“fascista”, “oscurantista”, “populista”, “xenofobo”, “razzista”, “omofobo”) condite, in qualche caso, da sputi in faccia ne aveva già subito parecchie in passato, senza conquistarsi la prima pagina dei media mainstream.


Sul linciaggio mediatico riservato a Finkielkraut dai maître à penser della Sinistra Imperiale, a seguito di affermazioni come “la sinistra non avendo più nulla da offrire si inventa l'antirazzismo”, magari, ci ritorniamo un’altra volta.

Limitiamoci qui a segnalare l’ennesimo, patetico, tentativo di ammantare con l’”antisemitismo” ogni protesta popolare; ad esempio, il tweet di Emmanuel Macron su Finkielkraut, subito sbandierato - Ça va sans dire - da Repubblica.

 

Francesco Santoianni


P.S. Dalla analisi dell’audio fatta in data odierna (18 febbraio) il termine “sporco ebreo” (e, più in generale, la parola “ebreo”) non risulta tra gli insulti proferiti a Finkielkraut.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa