A un passo dalla catastrofe globale

A un passo dalla catastrofe globale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il burattino della NATO Zelensky vieta per decreto la possibilità di condurre negoziati con la Russia, conducendoci per mano alla catastrofe globale.

Grazie mille.

Si sarebbe potuto evitare tutto questo.

Sì.

Se si fosse voluto approfondire quanto accaduto realmente otto anni fa, agendo dall'inizio, con un'opposizione popolare, sulle radici dell'odierna escalation.

Rilancio in questo tragico contesto, un brevissimo estratto di un'intervista che Oleksiy Zhuravko, rifugiato politico ed ex deputato del Parlamento ucraino, mi rilasciò a Mosca nel 2016, insieme a Galina Zaporozhtseva, psicologa ed ex docente all'Accademia ucraina di polizia.

Dall'intervista si coglie quale dramma si consumasse già allora.


Purtroppo, Zhuravko è stato ucciso pochi giorni fa a Kherson, durante un bombardamento messo in atto anche grazie alle armi che forniamo all'Ucraina.
Condivido in memoria di quest'uomo coraggioso, alcuni secondi estratti dal mio documentario "Start Up a War", che qui fatica a trovare possibilità di diffusione, al di là dei circuiti indipendenti.

La sua intervista integrale è inserita nel volume "Donbass. La guerra fantasma nel cuore d'Europa".

Le immagini che accompagnano sono state girate durante l'Euromaidan dal reporter Sergeij Rulev.

Osservate la violenza con cui al manifestante si cerca di strappare il nastro di San Giorgio, simbolo nel mondo russo della vittoria sul nazi-fascismo.

In Ucraina, dal 2014, l'Europa e gli USA sostengono un regime persecutorio, che in questi anni ha dato la caccia a tutti coloro che, come Zhuravko, erano all'opposizione.

Chi nega questi fatti e sostiene politici che supportano l'armamento e le sanzioni, al posto del dialogo tra le parti, è complice di una follia che rischia di condurci alla catastrofe nucleare.

Sara Reginella

Sara Reginella

Psicologa a indirizzo clinico e giuridico, psicoterapeuta, regista e autrice di reportage di guerra. I suoi lavori integrano l’interesse per le dinamiche psicologiche con l’attenzione per l’attualità e uno sguardo che mai dimentica le frange socialmente più vulnerabili.

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti