Analista britannico: Covid già presente negli USA e nord Italia prima di Wuhan. Perché non si indaga?

Analista britannico: Covid già presente negli USA e nord Italia prima di Wuhan. Perché non si indaga?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il mondo continua ad arrovellarsi per capire quali siano le reali origini del nuovo coronavirus che ha provocato l’attuale pandemia Covid-19. Gli Stati Uniti continuano a politicizzare la questione nel tentativo di addossare alla Cina ogni responsabilità e al contempo coprire il proprio plateale e innegabile fallimento nella gestione del Covid. La risposta statunitense alla pandemia non è stata all’altezza di un paese che si vuole prima potenza mondiale (ancora per poco). 

Mentre sono ancora tante le domande a cui gli Stati Uniti dovrebbero dare una risposta, la politicizzazione continua. Secondo l’analista politico britannico Keith Lamb «la politicizzazione del tracciamento del virus costituisce uno strumento nella retorica anti-cinese degli Usa». 

L’esperto britannico - come riporta Radio Cina Internazionale - ha affermato che la gli Stati Uniti cercano di buttare la questione in politica perché per loro perché considerano la scienza uno strumento di propaganda anti-Cina per influenzare l’opinione pubblica, perché l’ascesa della Cina rappresenta una sfida al monopolio statunitense tra le potenze globali.

Keith Lamb tocca poi un punto molto importante che riguarda le origini del virus. Individuato per la prima volta a Wuhan in Cina, ma probabilmente già circolante nel mondo. L’esperto britannico ha affermato che si dovrebbe prestare attenzione anche a Fort Detrick e alle basi militari all’estero degli Stati Uniti. Vi sono prove scientifiche che il SARS-CoV-2 fosse già presente negli Stati Uniti prima che l’epidemia scoppiasse in Cina. Allo stesso modo, i primi casi di contagio avvenuti nel Nord Italia sono di molto antecedenti al primo focolaio cinese. Il caso vuole che nell’Italia settentrionale vi siano tre basi militari statunitensi.

Solo coincidenze?

Gli Stati Uniti dovrebbero chiarire bene questi punti prima di lanciarsi in accuse verso Pechino. 

Pertanto, aggiunge Lamb, quello che sta succedendo in questo momento (la politicizzazione della tracciabilità dell’origine di Covid-19) è solo un modo (da parte degli Usa) di gettare altro fango sulla Cina.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato di Savino Balzano Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Stage e tirocini? Caporalato legalizzato

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza di Damiano Mazzotti La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

La filosofia scientifica. Miss inco-scienza

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro... di Gilberto Trombetta Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Privatizzazioni, Draghi tornato per concludere il lavoro...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia