Appello ad un "Comitato No alla Guerra". Un Aggiornamento

Appello ad un "Comitato No alla Guerra". Un Aggiornamento

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

!! AGGIORNAMENTO SULL'APPELLO DI ANTONIO DI SIENA CHE COME L'ANTIDIPLOMATICO ABBIAMO LANCIATO PER LA CREAZIONE DI UN COMITATO NO ALLA GUERRA

 

Nell'urgenza del momento e dinanzi all'ipocrisia di molte organizzazioni pacifiste, abbiamo deciso di lanciare un appello ai veri difensori della pace. Hanno già e prontamente aderito: Alberto Bradanini, ex diplomatico, già Ambasciatore d’Italia a Teheran e Pechino. Attualmente Presidente del Centro Studi sulla Cina Contemporanea; Andrea Zhok, filosofo e professore di Antropologia filosofica e Filosofia morale - Università degli Studi di Milano; Ugo Mattei, giurista e professore di diritto civile Università di Torino e di diritto internazionale University of California Hastings College of Law; Mattia Crucioli e Luisa Angrisani, Senatori della Repubblica; Thomas Fazi, giornalista e saggista; Ugo Boghetta, ex parlamentare; Diego Bertozzi, storico; Michelangelo Severgnini e Federico Greco, registi; Fulvio Grimaldi, giornalista, documentarista, scrittore; Fabio Marcelli, dirigente di ricerca CNR, giuristi democratici; Fabrizio Casari, giornalista... Chiunque volesse sottoscrivere l'appello alla mobilitazione contro la guerra può inviare adesione alla seguente email: comitatonoallaguerra@gmail.com

P.s. Sono centinaia le adesioni giunte (l'elenco che riportiamo in calce è un primo non completo aggiornamento) e vi chiediamo di diffondere ancora  l'appello. Il nostro obiettivo è raggiungere le 1000 adesioni e poi studiare tutti insieme le modalità operative con cui strutturare il Comitato. Grazie a tutti!

 

QUI IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DELL'APPELLO:

 

------------------------------------------


APPELLO URGENTE PER IL "COMITATO NO ALLA GUERRA"

 

Carissimi,

 

è con grande preoccupazione che scriviamo questo messaggio.


Gli eventi che rapidamente si susseguono sono sempre più foschi e drammatici e aprono scenari inquietanti.


L’aumento delle spese militari, le dichiarazioni sconsiderate, l’invio di armi e mezzi a sostegno della guerra, la chiusura dei canali di informazione russa, le sempre più sfacciate bufale propalate impunemente dai media europei, la russofobia e gli episodi di discriminazione sempre più diffusi ed eclatanti, l’incarcerazione per chi non si allinea paventata in Cechia, l’arruolamento illegale di mercenari da parte del Consolato ucraino di Milano sono solo alcuni esempi del futuro che ci aspetta.


La logica di guerra si è ormai definitivamente imposta nell’opinione pubblica, preludio alla guerra vera e propria - l’ennesima e totale - combattuta ancora una volta sulla pelle dei popoli europei.


Una guerra che entrambi gli schieramenti preparano meticolosamente da anni e rischia di trasformare radicalmente le nostre vite.

Militarizzazione dell’economia, della politica, dell’informazione e della società, inflazione e peggioramento delle condizioni di vita, azzeramento dei già residuali spazi democratici, propaganda spinta, censura e sempre più costante pressione psicologica su chi non si allinea alla narrazione dominante. Un mutamento angosciante della società che aggraverebbe ulteriormente un clima già opprimente, trasformando definitivamente quello che dovrebbe essere un governo democratico in uno di guerra.


Un’involuzione drastica e permanente, una metamorfosi esiziale consumata sulla pelle dei cittadini da una classe politica asservita agli interessi della grande finanza internazionale. Finte colombe che hanno definitivamente gettato la maschera rivelando la loro natura di falchi.


Il movimento “pacifista”, schierandosi apertamente con loro e con uno dei belligeranti, non può più essere definito tale.


A presidiare i ponti di pace, del dialogo fra popoli, del vero internazionalismo fra eguali, quindi, restiamo soltanto noi. Una sparuta minoranza, una massa informe e indistinta di individualità e piccole sigle dalla provenienza più disparata, che non ha ancora abdicato alla ragione e si rende perfettamente conto dell’estrema gravità del momento presente. Il tempo scorre inesorabile e l’equilibrio del mondo è appeso a un filo sempre più fragile e precario.


Diventa perciò urgentissimo e non più rimandabile mobilitarsi per impedire ai governi della decadente “civiltà” occidentale di infilarsi nella Trappola di Tucidide con conseguenze imprevedibili per noi, le nostre famiglie, i nostri figli. Un disastro fatale, che potrebbe essere l’ultimo della storia.


È necessario quindi organizzarsi al più presto in un “comitato contro la guerra”, realmente pacifista ed equidistante, che sostenga le ragioni di un mondo multipolare e non più egemone, unica vera condizione per una pace stabile e duratura.


Il No alla guerra va gridato forte. Per difendere i popoli da un coinvolgimento diretto - nefasto e dai risvolti apocalittici - o da fame e miseria, prime conseguenze economiche di scellerate scelte di campo.


I tornanti della storia ci hanno messo difronte a una grande responsabilità e noi non dobbiamo e non possiamo tirarci indietro.


Chiunque condivida lo spirito di questo appello può sottoscriverlo all’indirizzo: comitatonoallaguerra@gmail.com con l'obiettivo di organizzare mobilitazioni in diverse città d'Italia nel più rapido tempo possibile.


Per il momento è stato creato un canale Telegram al link @comitatonoallaguerra che servirà d’aiuto a chiunque voglia mobilitarsi CONTRO LA GUERRA. Un luogo virtuale (e temporaneo) dove prendere contatto con persone della stessa città/regione e iniziare così a organizzare incontri dal vivo da tenersi il più in fretta possibile.


Facciamo arrivare in tutte le piazze d’Italia il nostro fermo e perentorio NO ALLA GUERRA.


È il tempo del dialogo e del buonsenso.


No all’invio di armi ed equipaggiamento all’Ucraina.


No al coinvolgimento italiano ed europeo nel conflitto.


No alla Nato


No al finto pacifismo belligerante.


Per un mondo multipolare che viva un nuovo periodo di pace stabile e duratura.

 

Primi Firmatari:


Antonio Di Siena

Alessandro Bianchi

Alberto Bradanini

Andrea Zhok

Ugo Mattei

Thomas Fazi

Mattia Crucioli

Ugo Boghetta

Luisa Angrisani

Irene Giacché

Michelangelo Severgnini

Federico Greco

Fabrizio Verde

Diego Bertozzi

Agata Iacono

Gilberto Trombetta

Giulio Di Donato

Diego Bertozzi

Marinella Correggia

Fulvio Grimaldi

Fabio Marcelli
Pietro Salemi

Patrizia Gentilini

Francesco Fustaneo

Alessandra Costanza

Marco Zinno

Matteo Gorini

Massimo Cazzanelli

Claudia Ghislanzoni

Carlo Barbanente
Yuri Di Benedetto

Francesco Maggiurana
Filippo Salviati

Simonetta De Felicis

Alessandro Parodi

Fabrizio Casari

Francesco Santoianni

Gavino Piga

Valerio Cordiner

Edoardo Laudisi

Nicola El Makiz

Renata Puleo

Anna Vivoli

Jacopo Boni

Giacomo Poleschi

Carlotta Cinelli

Roberta Acciari

Marcella Barsi

Giorgio Zimbaro

Antonio Fiore

Davide Bertolone

Isabella Cellerino

Rossella Morra

Silvia Lovicario

Laura Micieli

Marco Vitali
Maria Nicla Morfini

Francesca Repetti

Lidia Beduschi

Amedeo Gentile

Riccardo Belcastro

Patrizia Riccioni

Renata Ferrandes
Lorenzo Da Pozzo

Alessia Corona

Marco Zuccaro

Massimiliano De Noia

Nino Carella

Giorgia Bartolo

Catia Cicchetti

Liliana Pasini

Anna Gibellini

Gabriele Abrotini
Annibale Serra

Tiziana Virdis

Andrea Bitonto

Francesca Brunori

Paola Benocci

Sabrina Bernardino

Luigi Gallo

Daniela Rizzardo

Alessandro Lodi

Massimo Ruggeri

Stefano Isola

Leonardo Sinigaglia

Francesco Pera

Massimiliano Giuseppe Motti

Danilo Della Valle

Laura Canu

Sandro Mugnaioni

Umberto Franchi

Fernanda Giuliani

Stefano Guizzardi

Alexandra Diaconu

Alberto Fazolo

Mirko Bariviera

Daniela Marini?

Selene Coluccia

Gabriella Gabellini

Fabiola Dal Lago

Enrico Cioppi

Olindo Fiorese

Simona Pastori

Rosanna Taurisano

Ornella Bertorotta

Valter Cortelazzo
Andrea Bovenga

Corrado Bozzano

Accursio Carlisi
Felice Platino
Alessio Puddinu
Claudio Riberti
Willi Steccanella
Salvatore Pannozzo
Paolo Batti
Paolo Bernini

Silvana Magni
Roberto Fraschetti
Andrea Vannini
Vittorio Maraglio
Andrea Tavian

Massimo Pavesio

Manlio Padovan

Mariano Carpanese
Metella Badaloni
Aldo Poggi
Oriana De Giudici
Giovanna Mura

Ornella Manfron
Maurizio Neri

Ottaviano Nenti
Loretta Masotti
Loretana Laselli
Massimiliano Badalamenti
Lorenzo Bonaiuti

Sergio Bignami
Pietro Badame

Giovanna Visco
Giovanni Tanel

Serena Penna

Chiara Nalli
Valerio Savaiano

Ingrid Anastasi Pedrazzini

Andrè Siciliani
Emanuele Fanesi
Giusy Di Miceli
Valentino Cadeddu
Marina Mancini

Vincenzo Borgognone

Ruggiero Caputo
Monica Giannoni

Miguel Martinez

Cristina Tardivel
Rossella Pironti
Miriam Morgano

Gaetano Landolina
Giulia Stratta

Franco Fracassi

Gaia M.C. Cittati
Concetto M. Giampiero Cittati

Giusi Veneziano

Vito Nicola Volpe
Giuseppe Desiderio
Nerio Farinelli
Vittoria Ventura

Anna Migliaccio
Loretana Laselli

Giordano Baglioni
Antonio Tancredi

Monica Martella

Rossana Teta
Riccardo Tordoni
Marco Ricagno

Massimo Biondetti

Liana Fazioli

Gianfranco Trebini

Silvia Manganelli
Ginevra Testa
Luigi Martino

Andrea Maria Milito

Marina Gentile

Annalisa Belloni
Evelin Perri

Lucia Nigrotti

Laura Ghezzi

Emanuela Zamberlan Feruglio
Raffaella Musto

Rossana Becarelli
Sonia Urbini

Alice Ongaro
Laura Congia
Salvatore Masia
Stefano Libardo
Leonardo Cannavò
Stefania Vergati

Alessandro Angelo Persico

Monica Campus

Gabriele Repaci

Veronica Cireddu
Giuseppe Schifalacqua

Mariangela Moffa

Paola Slaviero

Giulio Maria Bonali
Laura Rigo

Stefania Russo

Alice Guerrato

Piero Gambadauro
Enrico Diciotti

Giovanna Tomasi

Ulysse Bonaventura

Paco De Nuzzo
Daniela Marini

Tatiana Grifoni
Marco Palombo

Giuseppe Campoccia
Laura Clerici

Dante Franchi

Daniela Michelangeli
Fabrizia Vaccarella
Leandro Bocchicchio

Orazio Vasta

Fabio Ventura
Christian Osella

Luca Miniero

Silvana Mozzo

Paola De Santis

Hilary De Toni

Anna Araldo

Mauro Sinatti

Barbara Mastracchio
Carla Segatta
Giovanni Urioni

Alfredo Tocchi
Giuseppe Mammina
Antonella Moncada

Livia Tonti

Caserini Davide

Andrea De Simone

Paola Belloni
Pietro Martorano

Federico Barbaro

Cristina Pierini
Olindo Fiorese

Alessandro De Rosa

Francesco Sarti
Giovanni Lurdo

Carlo Franzetti

Mario Lisio

Valerio Zanghellini

Filippo Occhipinti

Mirco Stagnari
Luca Masi

Salvatrice Raimondi
Sergio Binazzi
Giordano Lombardi

Jole Visintainer
Carmen Andruetto

Ivano Dall'Agnol

Gabriella Martis

Emanuela Villa
Alessio Vacchi
Simone Paternostro

Gloria Fioravante
Carmine Fascella
Ugo Farini

Guglielmina Cottone

Danilo Ascareggi

Pierluigi Manieri

Patrizia Bosetti

Silvia Tromby
Umberto Lucarelli
Francesca Balestra

Claudio Patrizi

Germana Pennacchio

Paola Settimini
Valentina Quaglia

Sergio Scorza
Gianpiero Riboni

Giovanni Limone

Attilio Marcaletti
Antonia Imperi
Paola Polito

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti