Causa contro Lukashenko in Germania: «I successori del fascismo non possono giudicarmi»

Causa contro Lukashenko in Germania: «I successori del fascismo non possono giudicarmi»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dalla Germania arrivano accuse contro il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko. Dieci bielorussi hanno presentato infatti una denuncia penale in Germania contro il presidente Alexander Lukashenko e l’apparato di sicurezza di Minsk.

Quattro avvocati tedeschi affermano che i loro clienti sono stati vittime di crimini contro l'umanità durante le proteste avvenute nel 2020 in Bielorussia.

Il presidente della Bielorussia non ci sta e replica. All’agenzia BelTA ha dichiarato: «Il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Francia avrebbero potuto farlo perché dopo tutto facevano parte della coalizione. Ma i successori del fascismo non avrebbero dovuto. Chi sono per giudicarmi?». Ha ribattuto Lukashenko che sostiene la mossa degli oppositori sia stupida. 

In riferimento alla Germania osserva: «Non li rimprovero. Ma sono i discendenti delle generazioni che hanno iniziato quella guerra». 

«Un bielorusso su tre è morto. E molti altri sono morti nei primi anni dopo la guerra a causa delle conseguenze di quella guerra... I nazisti sono i responsabili del genocidio del popolo bielorusso, il popolo sovietico qui», ha affermato il presidente. 

Aleksandr Lukashenko ha poi aggiunto che sono in corso lavori per portare alla luce altri crimini di guerra commessi allora in Bielorussia: «Una volta che il nostro procuratore generale ha iniziato a indagare, c'è stata una valanga di lettere, testimonianze e richieste: aiuto, protezione della verità su quella guerra, sul nonno e sulla nonna. E mostreremo tutto al mondo intero». 

Il presidente ha ricordato che interi villaggi furono rasi al suolo perché il popolo aveva nascosto gli ebrei, compresi i bambini, ai nazisti. «La nostra gente non li ha denunciati. Una volta scoperto, un intero villaggio sarebbe stato sepolto vivo in una trincea. Uno scrittore ha scritto che il terreno respirava ancora la mattina successiva. Le persone sono state sepolte vive. L'hanno fatto. E ora vogliono giudicarmi in questa corte…». 

Lukashenko ha infine aggiunto che se deve essere giudicato, anche altri leader europei dovrebbero essere processati. In particolare, ha ricordato la repressione della polizia contro i gilet gialli in Francia, gli eventi al Campidoglio degli Stati Uniti e gli accadimenti simili in altri paesi che hanno provocato la morte di persone, gravi ferite inflitte da proiettili di gomma e cannoni ad acqua. «Hanno abbracciato e baciato quelle persone, quei rivoltosi? Non l'hanno fatto», ha sottolineato Aleksandr Lukashenko. «Quindi, sottoponiamo tutti uno per uno al giudizio di questa corte democratica. Le persone che vivono in case di vetro non dovrebbero lanciare pietre. Non succederà. È una politica stupida che persegue obiettivi a breve termine. Qualcun altro, tranne i tedeschi, dovrebbe giudicarci. Devono ancora espiare davanti ai bielorussi, prima di noi, gli eredi di questa vittoria, per quello che hanno fatto a metà del secolo scorso». 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni? di Paolo Desogus Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice di Giorgio Cremaschi Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Mascherine all'aperto. La Caporetto della "Scienza" di Francesco Santoianni Mascherine all'aperto. La Caporetto della "Scienza"

Mascherine all'aperto. La Caporetto della "Scienza"

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie... di Giuseppe Masala L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition  di  Leo Essen Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti