L'intervista/Come sarà il mondo dopo il Covid-19? Intervista a Andre Vltchek

Come sarà il mondo dopo il Covid-19? Intervista a Andre Vltchek

 


Che mondo ci dobbiamo aspettare dopo che la pandemia sarà passata? Che succederà alle certezze, alle menzogne, alla propaganda con cui uno dei peggiori sistemi di governo della storia, il neo-liberismo, ha tenuto sotto scacco centinaia di milioni di persone? Queste e altre domande abbiamo rivolto ad un amico dell'AntiDiplomatico, il grande filosofo, documentarista e saggista Andre Vltchek. Un uomo che ha girato e filmato decine di paesi nel mondo portando la sua testimonianza diretta sui crimini e le ingiustizie perpetrate dal neo-liberismo.


Questa crisi, ne è convinto Vltchek, sta poi fotografando la superiorità del sistema socialista su quello neo-liberista che negli anni ha distrutto sanità pubblica, istruzione, Welfare e soprattutto i concetti solidaristici su cui un popolo fonda la sua stessa esistenza. In nome di una ideologia malata che propaganda la superiorità di quel mercato e di quel privato - il grande assente oggi nell'emergenza Covid - l'occidente mostra la sua inferiorità soprattutto sul piano esterno. Mentre Cina, Russia, Cuba e le altre forze progressiste stanno aiutando gli altri paesi nel mondo a superare la pandemia con tutte le loro forze, l'imperialismo perverso degli Stati Uniti e l'inutilità sistemica dell'Unione Europea, al contrario, sono di ostacolo a paesi come Iran, Siria e Venezuela attraverso il perdurare di quelle sanzioni (primarie e secondarie) tanto illegali quanto ancora più criminali oggi.  
 

  
F.V. Andre che mondo sarà dopo questa tempesta del Covid-19?
 
 
A.V. Totalmente differente e mi piace pensare migliore. Ma prima che migliori, in tanti perderanno la vita e centinaia di milioni di persone avranno la loro esistenza completamente rovinata. Non dico che le persone saranno uccise dal COVID-19, moriranno di miseria, disoccupazione, per il collasso dei servizi sociali o per la depressione psicologica. L'economia occidentale sta crollando e i governi si stanno comportando come un gruppo di troll irrazionali che con le loro azioni stanno distruggendo sia l'industria che il sistema sociale. La solidarietà è sparita totalmente: in Nord America, ma soprattutto in Europa. Pensate che ormai in nazioni come il Regno Unito, le persone sono arrivate al punto di non pretendere più nulla dalle istituzioni.
La mia previsione è che la crisi sarà terribile prima che inizi il miglioramento. Il regime occidentale sta, letteralmente, divorando i suoi popoli e coloro che vivono nelle "neo-colonie". Ciò che è nuovo e positivo è che gli esseri umani ovunque, iniziano a percepire nitidamente la cancrena del sistema occidentale, dell'imperialismo.
Il COVID-19 è un simbolo, non solo una malattia. Dopo che la polvere si è depositata, dopo che l'epidemia sarà stata sconfitta, gli abitanti del nostro Pianeta non vorranno mai più essere governati dalla "cultura" europea e nordamericana. Il che significa che ci sarà, ancora una volta, la possibilità di uno sviluppo logico per la razza umana: verso il socialismo e il comunismo democratico; verso il progresso naturale che fu brutalmente interrotto, nel corso del 20° secolo, da forze fasciste e imperialiste con le loro basi a Londra, Parigi, Berlino, Washington DC. e New York.

 

FV: La lotta al Covid-19 mostra due sistemi a confronto. Quello socialista cinese e quello neo-liberista dominante in Europa e negli Stati Uniti. Quale si sta dimostrando superiore?
 
AV: Il sistema cinese è chiaramente superiore. Lo è per molte ragioni, ma la più importante è che si tratta di un sistema orientato a servire e difendere non solo il suo popolo ma tutti gli esseri umani su questo Pianeta. Non è un "sistema perfetto", ma in questo momento, è il miglior sistema che noi – noi inteso come il genere umano - stiamo sperimentando. Ed è un sistema che mostra ripetutamente la sua superiorità: a livello sociale, con milioni di persone tolte dalla povertà; con la sua lotta per la "civiltà ecologica" e perseguendo l'obiettivo di un mondo senza guerre.
Ora, tutto ciò che l'Occidente può usare contro la Cina è viscida propaganda, sarcasmo e menzogne: nulla di positivo o per il progresso,, niente grandi idee o ideali, solo fango, bugie perverse e manipolazione  delle masse attraverso i mass media, le ONG e l "istruzione". A uno sguardo più attento, non esiste alcuna logica in tale propaganda, ma l'Occidente utilizza l'indottrinamento negativo sui suoi cittadini da secoli e ha raggiunto una capacità tecnica perfetta per diffonderla in tutto il mondo. Ha già distrutto così l'Unione Sovietica, ha già rovinato molti paesi in America Latina e altrove. Non lo fa per migliorare la vita sul nostro Pianeta ma solo per mantenere la presa sul potere.
La superiorità del sistema cinese diventa totalmente evidente quando si analizza la lotta contro COVID-19. La Cina si è mobilitata immediatamente dopo il rilevamento dei primi casi. Si è comportata razionalmente, senza eccessi. Anche nei momenti più pericolosi, sono state rinchiuse solo le aree più colpite, non l'intero paese. Allo stesso tempo, l'intera società continuava a lavorare, con entusiasmo, con grande zelo, utilizzando tutte le forze intellettuali e fisiche nella guerra contro il nuovo coronavirus. E’ stata una battaglia epica per la sopravvivenza della nazione e, in un certo senso, è stata in qualche modo bello da guardare questo gigante all'opera: il più grande paese sulla Terra che si alzava contro il nemico mortale, un virus repulsivo, che forse era stato portato dall'estero.
E dopo aver sconfitto il virus, la Cina, insieme a Russia e Cuba, ha iniziato ad aiutare le altre nazioni, tra cui l'Italia, la Serbia, ma anche molte nazioni povere e indifese, in tutto il mondo. Questo è il socialismo al suo meglio. Quando vi dicono che i grandi "ismi" sono morti, ridete di loro!
Ora guardate, invece, come si stanno comportando in questi giorni gli Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Spagna e Francia! Cosa stanno facendo alla loro gente? Come osano affrontare la crisi con un approccio così inetto, patetico, spietato? Perché? Perché questi regimi non possono mobilitarsi in nome del popolo. Possono solo saccheggiare, consumare e brutalizzare "gli altri". Hanno perso tutte le loro capacità di lavorare per un futuro migliore. La civiltà occidentale è morta. Ne ho scritto molto spiegandone le ragioni. E quello che stiamo vivendo ora ne è una chiara prova. Questa cultura non ha più il diritto di governare il mondo. Basta! Lasciate che i sistemi molto migliori influenzino le persone di questo Pianeta, al contrario.


 
FV: Come giudica il fatto che gli Stati Uniti, in piena emergenza pandemica, continuino a mantenere le illegali sanzioni contro alcuni paesi?
 
AV: È un’evidente degenerazione. Gli Stati Uniti stanno imponendo sanzioni contro Cina, Russia, Venezuela, Iran, Siria e molti altri paesi e popoli, come se ne avesse un vantaggio morale. Sapete, paesi come il Venezuela "non sono caduti", anzi stavano andando alla grande! E l'Occidente ha cercato di rompergli la schiena proprio perché il loro sistema si rivelava superiore. L'Occidente e i loro servitori hanno impedito di cambiare in meglio il mondo: prima sono state imposte le sanzioni, poi sono state scatenate enormi campagne di destabilizzazione con tentativi diretti di rovesciare governi legittimi. E poi, quando l'economia venezuelana è stata distrutta dall'estero, la propaganda di cui parlavo prima si è messa ad agire in massa: "Vedi, il socialismo non può funzionare!"
E totalmente sottoposti a lavaggio del cervello, i cittadini occidentali hanno accettato tutti questi concerti di propaganda a basso costo. È vergognoso. Guardate cosa viene fatto all'Iran, un paese che è, da decenni, soggetto al terrore occidentale. Venezuela e Iran hanno chiesto assistenza all'Fmi per continuare con la lotta contro Covid-19. E cosa hanno ottenuto? Niente! Scusate, hanno ottenuto qualcosa, ovviamente: più minacce, più attacchi e inasprimento delle sanzioni.  Ma cosa aspettarsi da un governo fascista? Se ti capita di essere dall'altra parte della loro sfera politica, verrai preso a calci, derubato, violentato e forse ucciso. Questo è quello che stanno facendo in Venezuela e in Iran. Non è solo vergognoso, è disumano.

 
 
FV: A proposito del Venezuela, dopo tutti i fallimenti attraverso il golpista Guaidò, gli Stati Uniti sono passati alle minacce da Far West. Visto anche il momento che sta passando l'umanità, ti ha meravigliato il livello di degenerazione raggiunto da questo paese?

AV: Come accennato in precedenza, l'Occidente continua a brutalizzare le sue vittime, anche durante questa tragedia. O più precisamente, soprattutto ora, quando paesi come il Venezuela sono particolarmente vulnerabili. Non è altro che una campagna fascista e terroristica contro nazioni indipendenti. Gli Stati Uniti sono già riusciti a rovesciare un governo socialista in Bolivia prima del COVID-19. Ora il COVID-19 viene sfruttato dal "governo provvisorio" a La Paz come giustificazione per "rinviare" le elezioni di diversi mesi.
Oggi le persone non possono viaggiare. Se gli Stati Uniti decidono di attaccare, di rovesciare il governo socialista in Venezuela, possono farlo più facilmente. Non ci saranno testimoni stranieri, poiché è quasi impossibile raggiungere Caracas. Su questo posso portare la mia testimonianza diretta: sto vivendo un ridicolo blocco a Santiago del Cile, sono giorni che sto cercando disperatamente di arrivare in Venezuela, ma sembra che non ci sia modo. Questa è una mossa politica del regime fascista in Cile, che sta giocando lo stesso gioco del suo padrone: Santiago ha rinviato il referendum sulla nuova Costituzione di diversi mesi. Lo ha fatto in nome della "salute pubblica" (in un paese con solo una manciata di vittime). Ridicolo e perverso. E le persone, come in Occidente, stanno improvvisamente, obbedientemente, accettando simili bugie dal presidente la cui popolarità è ad una cifra sola.
Ma torniamo al Venezuela: è possibile che l'Occidente trarrà vantaggio dalla situazione e proverà a rovesciare il presidente Nicolas Maduro, così come l'intero sistema socialista. Sarebbe disastroso per l'intera America Latina e per il mondo libero. È essenziale che paesi come la Cina e la Russia vengano in soccorso del Venezuela. Se cade Caracas, l’impatto sarà enorme e terribile sulla regione e sul mondo intero. Il Venezuela ospita una delle filosofie internazionaliste più progressiste sulla Terra. È vicina alla Russia, Cuba e Cina. Se gli Stati Uniti lo occupano, il controllo delle maggiori riserve di petrolio cadrà nelle sue mani, così come il controllo dell'accesso al Canale di Panama. Ciò avrebbe un impatto tremendamente negativo su Cina e Russia. Il Venezuela deve essere difeso, in ogni caso. E il mondo intero deve essere difeso dai pazzi che siedono a Washington e Londra, che usano il COVID-19 al fine di preservare il loro controllo sul Pianeta!
 

Fabrizio Verde


*
 
Andre Vltchek is a philosopher, novelist, filmmaker and investigative journalist. He has covered wars and conflicts in dozens of countries. Five of his latest books are “China Belt and Road Initiative”, China and Ecological Civilization” with John B. Cobb, Jr., “Revolutionary Optimism, Western Nihilism”, a revolutionary novel “Aurora” and a bestselling work of political non-fiction: “Exposing Lies Of The Empire”. View his other books here. Watch Rwanda Gambit, his groundbreaking documentary about Rwanda and DRCongo and his film/dialogue with Noam Chomsky “On Western Terrorism”. Vltchek presently resides in East Asia and Latin America, and continues to work around the world. He can be reached through his website, his Twitter and his Patreon.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa