Contro il Pass Sanitario, 215.000 persone hanno manifestato in tutta la Francia

Contro il Pass Sanitario, 215.000 persone hanno manifestato in tutta la Francia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Per il quinto fine settimana consecutivo, decine di migliaia di persone hanno marciato oggi a Parigi e in molte città della Francia contro l'estensione della tessera sanitaria e l'obbligo di vaccinazione per alcune categorie professionali.

Alle 19, il rapporto stilato dal ministero dell'Interno ha riportato 217 manifestazioni e 214.845 partecipanti, una cifra in leggero calo rispetto alle 237.000 persone registrate dalle autorità sabato scorso.

Il leggero calo dei partecipanti è stato enfatizzato dai media francesi, ma è sicuramente da tenere in considerazione che si tratta di manifestazioni organizzate il 14 di agosto con calura insopportobale. Basti pensare che lo scorso 31 luglio il numero dei manifestanti era di circa 200.000.

 

La maggior parte dei cortei si è svolta in maniera pacifica. Il ministero dell'Interno ha riferito di 11 arresti e di un membro delle forze di sicurezza lievemente ferito.

Come i sabati precedenti, i principali corte si sono svolti a Nantes, Marsiglia, Lione, Montpellier, Tolosa e Tolone, in particolare.

 

Solo a Parigi cci sono stati tre corte, tra cui quella tra la Porte Dorée e la Place de Clichy.

 

"Libertà", "Macron, il tuo lasciapassare non lo vogliamo" hanno scandito i manifestanti contro il Presidente della Repubblica.

 

Nonostante questo contenzioso, il governo francese continua a scommettere sulla vaccinazione per contrastare la "quarta ondata" di contaminazione da COVID-19, legata essenzialmente all'estensione alla variante Delta particolarmente contagiosa.

 

L'obiettivo dell'esecutivo, ricordato ieri dal portavoce del governo Gabriel Attal, è avere 50 milioni di persone che hanno ricevuto una prima iniezione entro la fine di agosto.

 

Il Consiglio costituzionale ha convalidato all'inizio del mese gran parte del disegno di legge sulla gestione della crisi COVID-19 in Francia, compresa l'estensione del pass sanitario e la vaccinazione obbligatoria degli operatori sanitari.

 

Secondo gli ultimi dati pubblicati sabato da Public Health France, 1.837 pazienti sono in terapia intensiva, sei in più rispetto al giorno prima.

 

Un totale di 86.088 persone sono morte a causa del coronavirus in tutta la nazione, una cifra in aumento di 51 in 24 ore.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti