Corea del Nord, "Gli Stati Uniti diranno che hanno salvato il mondo. In realtà a trionfare è stato lo sforzo di Russia e Cina"

Corea del Nord, "Gli Stati Uniti diranno che hanno salvato il mondo. In realtà a trionfare è stato lo sforzo di Russia e Cina"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il Presidente della commissione per gli affari esteri del Consiglio della Federazione russa, Konstantin Kosachev, ha commentato la decisione del leader nordcoreano di sospendere i test nucleari e il lancio di missili balistici intercontinentali.



Il senatore russo non dubita che gli americani "attribuiranno il risultato a se stessi" come dimostrazione di forza e come effetto delle sanzioni militari, credendo di aver "salvato il mondo".

"In realtà, se il progresso verso la pace dovesse confermarsi, tutto questo è stato reso possibile grazie alle azioni congiunte di cinque  dei sei paesi", ha proseguito Kosachev in un post Facebook ripreso da RT. Il riferimento ai paesi è a Russia, Cina, Giappone, Corea del Sud e Corea del Nord, che hanno partecipato ai negoziati. Il sesto paese a cui si riferisce sono gli Stati Uniti.

"Ogni paese ha avuto il suo ruolo e mentre Pechino e Mosca hanno mantenuto canali di dialogo con Pyongyang, Washington minacciava di 'cancellarla dalla faccia della terra'", sostiene l'alto Funzionario russo

Kosachev ha sottolineato che la Russia non ha fermato il dialogo con la Corea del Nord "per un minuto" e ha indicato che è necessario per la normalizzazione della situazione nella penisola coreana che Washington rinunci alla "retorica aggressiva e sprezzante" e "alle minacce di cambiamento del regime attraverso le interferenze esterne ".

Il senatore russo ha poi sottolineato l'importanza di riconoscere "il diritto sovrano della Corea del Nord al proprio sviluppo" e ha chiesto la fine di manovre militari vicino al confine della Corea del Nord per ripristinare il dialogo politico.
 

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine di Marinella Mondaini 9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia di Thomas Fazi Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore” di Giuseppe Masala In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi di Pasquale Cicalese Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti