Dagli USA via libera alla vendita degli F-15 a Israele per un valore di 18 miliardi di dollari

Dagli USA via libera alla vendita degli F-15 a Israele per un valore di 18 miliardi di dollari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Come ha riportato il portale NewsAntiwar, citando la Cnn, l’amministrazione statunitense guidata da Joe Biden è pronta ad approvare il pacchetto di aiuti militari per Israele da 18 miliardi di dollari per Israele che include 50 aerei da combattimento F-15.

Una misura che rende ancora più esplicita la complicità di Washington nel genocidio perpetrato da Israele nella Striscia di gaza contro i palestinesi.

A tal proposito, il portale ricorda che “la settimana scorsa, il presidente Biden ha approvato ulteriori spedizioni di bombe a Israele e un accordo per gli F-35 del valore di 2,5 miliardi di dollari.”

Il resoconto della CNN precisa che l'amministrazione ha informato informalmente le commissioni Affari Esteri della Camera e Relazioni Estere del Senato del potenziale accordo sugli F-15 a gennaio. I membri più importanti delle due commissioni, il senatore James Risch (R-ID) e il rappresentante Michael McCaul (R-TX), hanno già dato la loro approvazione all'accordo.

 

Se i principali rappresentanti democratici delle commissioni, il senatore Ben Cardin (D-MD) e il rappresentante Gregory Meeks (D-NY), non solleveranno obiezioni al trasferimento degli F-15, l'amministrazione potrà notificare formalmente l'accordo al Congresso.

La notifica darà inizio a un periodo di 30 giorni, nel corso dei quali i legislatori potranno bloccare l'accordo attraverso una legge. Mentre un numero crescente di democratici chiede che gli Stati Uniti taglino gli aiuti militari a Israele, la maggioranza del Congresso continua a sostenere la brutale campagna di Israele a Gaza.

Intanto, il portavoce del Dipartimento di Stato Matt Miller è stato interrogato sulla posizione ipocrita degli Stati Uniti che esprimono preoccupazione per il bilancio delle vittime civili a Gaza e la carestia ormai imperante ma, allo stesso tempo, continuano ad armare Israele, anche inviando 2.000 libbre di bombe. A Miller è stato specificamente chiesto se questa posizione possa danneggiare la credibilità degli Stati Uniti.

“Non sono affatto d’accordo con questo. Siamo stati molto chiari nel dire che vogliamo vedere Israele fare tutto il possibile per ridurre al minimo le vittime civili. Abbiamo chiarito che devono operare in ogni momento nel pieno rispetto del diritto umanitario internazionale”, ha ribadito. “Allo stesso tempo, siamo impegnati a garantire il diritto di Israele all’autodifesa, e questo è un impegno a lungo termine che gli Stati Uniti hanno assunto”.

Il Ministero della Sanità di Gaza, ieri, ha comunicato che il numero dei palestinesi uccisi da Israele ha raggiunto quota 32.845,  una stima considerata bassa poiché non tiene conto delle migliaia di dispersi rimasti sotto le macerie. 

-------------

L'AntiDiplomatico e LAD edizioni sono impegnati a sostenere l'associazione "Gazzella", in prima linea nel sostegno della popolazione di Gaza. 

Con l'acquisto di "Il Racconto di Suaad" (Edizioni Q - LAD edizioni) dal nostro portale, finanzierete le attività di "Gazzella".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?  di Leonardo Sinigaglia Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti