Ecco i contratti "segreti" di Pfizer e Moderna con l'Ue (Scoop Report)

Ecco i contratti "segreti" di Pfizer e Moderna con l'Ue (Scoop Report)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Come abbiamo già denunciato a gennaio, gli eurodeputati hanno potuto avere accesso al contratto stipulato da Pfizer BioNTech con l'Unione Europea solo per 50 minuti e senza smartphone e hanno trovato una serie di omissis che non permettevano di decifrare il documento.


Adesso, in esclusiva, Report è venuta in possesso sia del contratto con Pfizer che di quello con Moderna e li pubblica integralmente.
Sono gli accordi con cui l’Europa ha versato un anticipo di 700 milioni di euro a Pfizer e 318 milioni a Moderna, per prenotare rispettivamente 200 e 80 milioni di dosi. 

Cosa emerge dalle prime indiscrezioni?

Intanto il prezzo concordato si riferisce ad una media e non è definitivo.
Ma quello che è più preoccupante è che, in caso di danni da effetti collaterali, gli indennizzi ricadranno sugli Stati,  scaricando le multinazionali del farmaco da ogni responsabilità e tutelandole da possibili richieste di risarcimento.
"Le case farmaceutiche, denuncia Report, rispondono soltanto in caso di dolo o di dimostrata violazione delle Good manifacturing practice (le buone pratiche di produzione che tutte le aziende sono tenute a rispettare).

E anche rispetto alla consegna le Big Pharma sono tutelate: addirittura nel contratto di Pfizer è stata inserita una clausola per cui, se l’autorizzazione Ema arriva entro il 15 agosto 2021 (come è successo) ma la produzione dell’azienda risulta insufficiente per soddisfare gli ordini previsti, quest’ultima si impegna semplicemente a rivedere il programma di consegna in base a non meglio precisati “equi e giusti principi”.

E tutto questo (e chissà cos'altro ancora) con i nostri soldi, con finanziamenti pubblici sottratti alle cure, mentre i brevetti restano in mano ai privati.

 

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa, antropologa, giornalista certificata Wrep Blockchain

Il servilismo di un paese praticamente fallito di Paolo Desogus Il servilismo di un paese praticamente fallito

Il servilismo di un paese praticamente fallito

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

Mosca condanna le azioni di Israele di Marinella Mondaini Mosca condanna le azioni di Israele

Mosca condanna le azioni di Israele

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia di Thomas Fazi Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Caos in Rai per un servizio critico dell'Unione Europea di Gilberto Trombetta Caos in Rai per un servizio critico dell'Unione Europea

Caos in Rai per un servizio critico dell'Unione Europea

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi di Pasquale Cicalese Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti