Osservatorio euromediterraneo per i diritti umani (Euro-Med): Israele usa il corridoio “sicuro” per uccidere palestinesi

Osservatorio euromediterraneo per i diritti umani (Euro-Med): Israele usa il corridoio “sicuro”  per uccidere palestinesi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"Israele trasforma il corridoio 'sicuro' verso il sud di Gaza in una trappola per uccidere i palestinesi affamati e sfollati con la forza ", ha avvertito l'Osservatorio euromediterraneo per i diritti umani (Euro-Med) in un report pubblicato, ieri.

Come documentato dall'organizzazione, citando fonti locali, domenica 25 febbraio, dopo aver costretto i civili a fuggire da Gaza City verso la zona di Al-Mawasi, nel sud dell'enclave palestinese, l'esercito israeliano ha ucciso gli stessi civili al checkpoint di Wadi Gaza al centro della Striscia di Gaza.

Le forze israeliane hanno ucciso 28 palestinesi mentre aspettavano i camion dei soccorsi in Al-Rashid Street, a sud-ovest di Gaza City.

“Molti sono rimasti sconcertati quando i carri armati israeliani sono apparsi e hanno aperto il fuoco sui civili, uccidendo 28 persone e ferendone circa altre 80”, si precisa nel rapporto dell’organizzazione per i diritti umani.

Euro-Med, che considera tali crimini come parte del genocidio di Israele contro gli abitanti della Striscia di Gaza, ha ribadito che Israele sta violando il diritto alla vita dei palestinesi.

Il gruppo per i diritti umani ha chiesto la formazione di un comitato investigativo internazionale indipendente che indaghi sugli attacchi militari israeliani alla Striscia di Gaza.

Secondo le autorità sanitarie dell’enclave costiera palestinese, gli attacchi israeliani hanno ucciso circa 29.700 palestinesi a Gaza dal 7 ottobre e ne hanno feriti altri 69.880.

La situazione dei diritti umani a Gaza è catastrofica; L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA), ieri, ha avvertito che la grave crisi della sicurezza alimentare nell’enclave palestinese assediata potrebbe portare a uno scenario di carestia.

 

------------------------------

"CAPIRE LA PALESTINA": NUOVA IMPERDIBILE PROMOZIONE IN COLLABORAZIONE CON EDIZIONI Q

LA STORIA NON E' INIZIATA IL 7 OTTOBRE. TRE LIBRI FONDAMENTALI PER CONOSCERLA A FONDO (AD UN PREZZO SPECIALE)

VAI ALLA PROMO

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti