Fondatore Blackwater ammette incontri con emissari di Trump, Arabia saudita e degli Emirati Arabi Uniti per cospirare contro l'Iran

Fondatore Blackwater ammette incontri con emissari di Trump, Arabia saudita e degli Emirati Arabi Uniti per cospirare contro l'Iran

Il fondatore della compagnia militare statunitense Blackwater ha ammesso di aver incontrato consiglieri del presidente Donald Trump per cospirare contro l'Iran.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


"Eravamo lì (...) per parlare dell'Iran", ha dichiarato Erik Prince, fondatore della compagnia privata Academi (precedentemente nota come Blackwater) in un'intervista trasmessa ieri all'emittente satellitare del Qatar Al Jazeera.
 
Prince si era rifiutato di rivelare di aver partecipato a quell'incontro quando era apparso il 30 novembre 2017 davanti al Comitato di intelligence della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti.
 
Messo sotto pressione dal presentatore di Al Jazeera, Mehdi Hasan, a proposito della sua partecipazione all'incontro, Prince ha dovuto ammettere che era presente all'incontro, ma ha insistito nel riferire i fatti alla Camera dei Rappresentanti durante la sua apparizione.
 
Il quotidiano statunitense 'The New York Times' ha riferito lo scorso maggio di un incontro avvenuto il 3 agosto 2016 tra Donald Trump Jr., figlio dell'attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, l'allora consigliere della campagna di Trump, Stephen Miller, il direttore della società di intelligence israeliana, Psy Group, Joe Zamel, e il rappresentante degli Emirati Arabi Uniti (EAU) e dell'Arabia Saudita, George Nader.
 
L'inviato dei governi degli Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita, secondo la pubblicazione, ha proposto un piano per usare contractor privati ??al fine di lanciare un sabotaggio economico contro l'Iran, che era quello di dissuadere le società occidentali ad investire nel paese persiano con la speranza che il governo di Teheran fosse costretto ad abbandonare il suo programma di energia nucleare.
 
 

Potrebbe anche interessarti

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza di Leonardo Sinigaglia Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Genocidio, il tabù della parola di Giuseppe Giannini Genocidio, il tabù della parola

Genocidio, il tabù della parola

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti