Fonte Nato ad Euractiv: "Improbabile un'invasione russa in Ucraina"

Fonte Nato ad Euractiv: "Improbabile un'invasione russa in Ucraina"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Al contrario di quanto afferma la propaganda occidentale, la Russia non ha intenzione di invadere l'Ucraina. Inoltre, il dispiegamento di forze vicino al confine non sarebbe sufficiente per condurre un atto di aggressione e conquistare un paese delle dimensioni dell’Ucraina, afferma il sito Euractiv con riferimento a una fonte della NATO. 

"Per invadere un paese così grande con tali forze militari come l'Ucraina, hai bisogno di capacità militari diverse da quelle che sono state attualmente schierate", ha affermato la fonte anonima alla portale.

La riluttanza della Russia a iniziare una guerra può anche essere spiegata dal fatto che questo sarebbe un errore evidente che provocherebbe l'intervento dei paesi occidentali. Secondo il rappresentante della NATO, un tale attacco potrebbe portare allo scoppio di una terza guerra mondiale.

In ogni caso, l’Ucraina vuole molte più armi letali dagli Stati Uniti oltre a quelle già ricevute anche dalla Gran Bretagna tramite un ponte aereo. 

Nel frattempo, il ministero della Difesa dell'Ucraina ha annunciato l'arrivo di 45 aerei con armi statunitensi a bordo.

"Le consegne di assistenza logistica supplementare dagli Stati Uniti per un importo di 200 milioni di dollari sono iniziate con un volume stimato fino a 45 voli aerei", ha detto il ministero.

L'assistenza a Kiev include beni militari come munizioni, armi controbatteria, armi anticarro e armi leggere.

I governi della Polonia e dei paesi baltici hanno anche deciso di fornire assistenza logistica all'Ucraina nel 2022, hanno detto i rappresentanti del ministero della difesa.

Il 25 gennaio, l'Ucraina ha ricevuto il terzo lotto di armi letali dagli Stati Uniti, compresi i sistemi missilistici anticarro FGM-148 Javelin. Più tardi, il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto che gli Stati Uniti hanno iniziato a fornire nuova assistenza militare a Kiev.

Mosca continua a negare qualsiasi piano aggressivo contro l'Ucraina.

Una parziale retromarcia arriva anche dalla NATO stessa. L’alleanza atlantica ha affermato di non possedere informazioni precise sulle intenzioni della Russia di "invadere" l'Ucraina, ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg in una conferenza online.

“Non conosciamo le intenzioni della Russia. Continuiamo a credere che la diplomazia sia la soluzione migliore e continuiamo a inviare segnali che un attacco all'Ucraina costerà molto alla Russia", ha affermato il Segretario Generale della Nato.

Il portavoce presidenziale della Russia Dmitry Peskov ha affermato che la Federazione Russa non rappresenta una minaccia per nessuno. Ha definito le voci su un'ipotetica "invasione" dell'Ucraina "un'escalation di tensione vuota e infondata".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO