Forum di Davos. Delegazione cinese rifiuta incontro con Zelenskyj

Forum di Davos. Delegazione cinese rifiuta incontro con Zelenskyj

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo Politico,  che citato funzionari statunitensi che hanno familiarità con la questione e che hanno chiesto di rimanere anonimi, il presidente ucraino  Vladimir Zelenskyj non ha potuto incontrare il primo ministro cinese Li Qiang al World Economic Forum  di Davos, in Svizzera, a causa del disinteresse della parte cinese

Il media statunitense ha aggiunto che, poco prima dell'inizio del vertice multinazionale di pace tenutosi nell'ambito del forum, il capo dell'ufficio presidenziale ucraino, Andrei Yermak, ha affermato che è necessario che Pechino si unisca ai negoziati  e  ha sottolineato che Zelenskyj avrebbe avuto l'opportunità di parlare con il primo ministro cinese, tuttavia ciò non è avvenuto.

Inoltre, Politico precisa che la decisione della parte cinese di non incontrare gli ucraini "sembra essere stata intenzionale e non il risultato di problemi di calendario". Così, una delle fonti ha assicurato che Pechino ha respinto la richiesta di Kiev di incontrarsi durante il forum in Svizzera.

Un altro funzionario ha ipotizzato che la Cina aveva rifiutato qualsiasi incontro dopo che la Russia le aveva chiesto di “porre fine ai contatti diplomatici con l’Ucraina”. A sua volta, un funzionario ucraino ha detto a Politico che l'ordine del giorno della delegazione non prevedeva un incontro con funzionari cinesi e che Kiev non ne aveva mai richiesto uno.

Dopo che si sono diffuse le voci, Zelenskyj ha spiegato che non aveva intenzione di incontrare il primo ministro cinese a Davos, suggerendo che si tratti di un funzionario di basso rango, riferisce Strana.

"C'è un primo ministro cinese; poi il nostro primo ministro si incontrerà con lui. Incontrerei volentieri il leader cinese. Per quanto ne so, Xi Jinping prende decisioni [in Cina], e in Ucraina prendo decisioni io. No, ho bisogno di dialogo, ho bisogno di decisioni importanti da parte dei leader che le prendono", ha sottolineato il presidente ucraino in una conferenza stampa a Davos.

Tuttavia, Zelenskyj ha già avuto un colloquio a Davos con il segretario di Stato americano, Antony Blinken, il quale ha affermato che Washington è determinata a continuare a sostenere l'Ucraina e che "sta lavorando a stretto contatto con il Congresso per raggiungere questo obiettivo".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti