/ Gli Stati Uniti minacciano le petroliere iraniane: gli incidenti ...

Gli Stati Uniti minacciano le petroliere iraniane: gli incidenti sono possibili

 

Gli Stati Uniti mette in guardia dal "rischio elevato" di acquistare greggio iraniano, dato che gli incidenti delle petroliere iraniane sono "una possibilitŕ molto reale".


"Dal canale di Suez per lo Stretto di Malacca e tutti i punti di congestione, le petroliere iraniane sono ormai un pericolo galleggiante (...) Ci auguriamo vivamente che non ci siano incidenti, ma gli incidenti sono una possibilità molto reale a causa della storia dell'Iran", ha commentato il rappresentante speciale del Dipartimento di Stato USA per l'Iran, Brian Hook, che ha ricordato l'affondamento della petroliera iraniana Sanchi nel Mar Cinese orientale nel mese di gennaio.
 
In una conferenza stampa presso la sede della diplomazia statunitense, Hook ha spiegato che, mentre le grandi compagnie di assicurazione ritirano la loro copertura per le petroliere iraniane, queste imbarcazioni fanno ricorso a compagnie di assicurazione locali, "in caso di incidente (... ), semplicemente non c'è modo per queste compagnie di assicurazione di coprire le perdite."
 
Il rappresentante speciale del Segretario di Stato, ha avvertito che i paesi che acquistano petrolio iraniano, non solo violano le sanzioni USA contro il petrolio persiano, ma saranno responsabili per danni economici e ambientali catastrofici che colpirebbero per generazioni le industrie marittime dei paesi che hanno ammesso queste navi.

 
Hook ha anche messo in guardia come parte della "campagna di pressione" degli Stati Uniti contro l'Iran, le aziende che hanno copertura assicurativa per il petrolio iraniano sotto sanzioni ristabilite da Washington il 5 novembre contro più di 700 individui ed entità, sia iraniani che di altri paesi.
 
L'elenco comprende anche la società Marine Lines della Repubblica islamica dell'Iran, IRISL, la Compagnia nazionale delle navi cisterna dell'Iran, ha aggiunto Hook.
 
Infine, il rappresentante statunitense ha finalmente affrontato la questione delle esenzioni temporanee a 8 paesi importatori di petrolio persiano, concesso da Washington a causa della dipendenza di queste nazioni dal greggio iraniano, aggiungendo che la quantità di petrolio che è consentito di acquisire a questi paesi l'Iran è confidenziale e queste nazioni ricevono esenzioni solo se riducono sostanzialmente le loro importazioni di petrolio greggio.
 
Fonte: https://www.state.gov Foto AFP
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa