Gli USA di Biden, direzione guerra: Russia "minaccia esistenziale"

Gli USA di Biden, direzione guerra: Russia "minaccia esistenziale"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Guerra Fredda è finita decenni fa, ma Mosca sta ancora lavorando di mantenere la sua influenza dell'era sovietica sull'Europa orientale, ha affermato uno dei principali generali di Washington, avvertendo che gli Stati Uniti devono affrontare la Russia per portare la pace nel mondo.

In un discorso pubblicato ieri dal servizio stampa del Pentagono, il capo del comando europeo del paese, il generale dell'aeronautica militare Tod D. Wolters, ha affermato che, quando si tratta di proiettare la forza americana all'estero, "tutto ciò che facciamo è creare la pace". Tuttavia, ha ammonito, "competiamo per vincere ... e se la deterrenza fallisce, siamo pronti a rispondere all'aggressione, principalmente attraverso la NATO".

Wolters è anche il comandante supremo del blocco a guida statunitense nel continente, e le ultime settimane hanno visto i suoi membri organizzare esercitazioni e impegnarsi in una serie di scontri con i marinai russi nel Mar Nero. "Oltre alle esercitazioni", ha aggiunto, "conduciamo operazioni e altre attività per competere, scoraggiare e prepararci a rispondere alle aggressioni", incluso il mantenimento di una presenza nella regione contesa.

Il generale ha insistito sul fatto che l'Occidente è bloccato in una lotta per il dominio con Mosca, e che deve uscirne vincitore. “Siamo in un'era di competizione di potere globale. Vincere in quest'epoca significa garantire che la competizione per il potere globale non diventi una guerra per il potere globale", ha affermato.

"Nonostante la diffusa condanna internazionale e le continue sanzioni economiche, la Russia si impegna in attività destabilizzanti e maligne in tutto il mondo, con molte di queste attività che si svolgono vicino a casa", ha ricordato. Da allora il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha aggiunto un avvertimento alla trascrizione per chiarire che intendeva fare riferimento a loschi schemi russi in Europa, piuttosto che, ad esempio, a un'elezione presidenziale americana. In quel contesto, ha affermato Wolters, "la Russia rimane una minaccia esistenziale duratura per gli Stati Uniti e i nostri alleati europei".

"La Russia ... e la Cina - che si sono dichiarate potenze quasi artiche - hanno continuato a militarizzare la regione e cercare di stabilire punti d'appoggio economici per ottenere influenza sulla governance regionale". Questo, secondo Wolters, ha sottolineato la necessità di "mantenere una deterrenza credibile per l'Artico e garantire che le linee di comunicazione marittime vitali rimangano aperte, assicurando il divario di Groenlandia, Islanda e Regno Unito".

Con lo scongelamento del ghiaccio marino che rende il circolo polare artico navigabile per le navi commerciali per la maggior parte dell'anno, l'estremità congelata ha visto un crescente interesse da parte di paesi tra cui Stati Uniti e Russia. La Russia, che si estende su gran parte della regione, ha fissato un obiettivo per il flusso di almeno 80 milioni di tonnellate di merci nelle sue acque gelide entro il 2024.

Il mese scorso, il ministero della Difesa di Mosca ha annunciato che i suoi cecchini avevano effettuato una serie di esercitazioni a basse temperature progettate per aumentare le loro capacità di operare nell'estremo nord. Come parte dei wargame, i tiratori scelti si sono esercitati a sparare a bersagli a distanze fino a 1.000 metri ed a temperature di -35 gradi Celsius (-31 Fahrenheit) per tutto il giorno e la notte.

Alla fine dello scorso anno, la Russia ha riaperto una struttura di ricerca dell'era sovietica messa fuori servizio progettata per testare le prestazioni delle armi da fuoco a "temperature estreme" fino a -60 gradi Celsius. Le condizioni sono progettate per imitare ambienti come l'Artico.

 

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest? di Francesco Santoianni Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest?

Nuova diffamazione contro l'idrossiclorochina: cui prodest?

Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia di Marinella Mondaini Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia

Giornali e Tv italiane censurano il tentato golpe in Bielorussia

La verità sul piatto La verità sul piatto

La verità sul piatto

Malati fino a prova contraria: che società sarà? di Giuseppe Masala Malati fino a prova contraria: che società sarà?

Malati fino a prova contraria: che società sarà?

Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia di Antonio Di Siena Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia

Superlega e UE: 2 facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti