/ Hamas progetta di riconciliarsi con Damasco

Hamas progetta di riconciliarsi con Damasco

 

Mahmoud al-Zahar, membro dell'ufficio politico di Hamas, ha dichiarato, ieri che il movimento sta cercando di rianimare le relazioni con il governo siriano.


In un'intervista esclusiva con il sito web di al-Nahda e rilanciata da Al Manar, Mahmoud al-Zahar membro dell'ufficio politico di Hamas, ha affermato che la Resistenza dovrebbe mantenere buoni rapporti con tutti i paesi che vedono Israele come un nemico e che hanno preso una posizione trasparente contro il regime occupante. Ha poi fatto riferimento a paesi come la Siria, il Libano e la Repubblica islamica dell'Iran.
 
"Penso che siano in corso sforzi per rilanciare le relazioni tra Hamas e il governo siriano. Prima dell'inizio della crisi in Siria, il presidente Bashar Assad ci aveva aperto le porte e stavamo facendo balletti diplomatici in Siria proprio come facevamo in Palestina. Ma i nostri rapporti sono stati offuscati in seguito all'intensificarsi della crisi in Siria. Penso che Hamas non avrebbe dovuto lasciare la Siria e non avrebbe dovuto essere implicato nella crisi contro o per la Siria ", ha spiegato Mahmoud al-Zahar.
 
Ha poi aggiunto: "I rapporti tra Hamas e la Siria di Bashar Assad erano in pieno fermento. Nel 2006, quando assunsi la carica di ministro degli Esteri palestinese, ho incontrato Bashar Assad nel suo ufficio e sono state prese importanti decisioni, compresa la sistemazione dei rifugiati palestinesi al confine tra Iraq e Giordania.
Bashar Assad non ha esitato un attimo a dire "si" a questa richiesta. La Siria si era aperta non solo a Hamas, ma a tutti i gruppi palestinesi. Devi dire la verità anche se non piace a qualcuno. Dobbiamo avere buoni rapporti con i paesi che hanno cattive relazioni con Israele, i cui paesi sono in parte occupati dal regime israeliano, come la Siria e il Libano. Quando alcuni paesi del Golfo Persico riconoscono Israele, chi può impedire ai paesi occupati di mobilitarsi? "
La Siria ha ospitato i leader di Hamas espulsi dalla Giordania nel 1999. Ma hanno lasciato la Siria nel 2011 chiudendo i loro uffici, fatto che le autorità siriane non hanno gradito.
 
Alcuni leader di Hamas hanno recentemente iniziato a parlare di una ripresa delle relazioni con la Siria. Va notato che il presidente dell'ufficio politico di Hamas Ismail Haniyeh ha annunciato nel giugno 2018 che Hamas non aveva mai rotto i rapporti con Damasco.
 
Fonte: Al Manar
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa