World Affairs/I punti dell'accordo tra Russia e Ucraina per il transito del gas

I punti dell'accordo tra Russia e Ucraina per il transito del gas

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Dopo diversi cicli di colloqui, la Russia e l'Ucraina hanno finalmente messo a punto un'estensione dell'attuale accordo sul gas che dovrebbe scadere alla fine dell'anno


Mentre l'accordo "in linea di principio" è stato raggiunto all'inizio di questa settimana, le parti hanno rivelato i punti chiave oggi. Ecco i dettagli dell'affare rivoluzionario. 
 
Termini del contratto
 
Il nuovo contratto garantirà l'approvvigionamento di gas in Europa per i prossimi cinque anni e l'accordo potrebbe essere prorogato ulteriormente per altri dieci anni. L'accordo prevede il transito di 65 miliardi di metri cubi di gas l'anno prossimo e 40 miliardi di metri cubi all'anno per il resto del tempo, dal 2021 al 2024, a giudicare dalle capacità di trasporto previste da Gazprom.

 
La tariffa di transito è destinata ad aumentare a causa della riduzione dei volumi di gas trasportato, ma il prezzo finale sarà determinato da un regolatore indipendente. Il colosso energetico russo afferma che si aspetta che le tasse di transito siano competitive e basate sulle regole europee.
 
Sebbene l'accordo non includa forniture dirette di gas dalla Russia all'Ucraina, la russa Gazprom e l'Ucraina Naftogaz potrebbero prendere in considerazione la questione, prevede il protocollo dell'accordo. La Russia è pronta a vendere il carburante blu ai prezzi della piattaforma europea NCG ed è persino pronta a offrire uno sconto, ma dipende dai volumi di approvvigionamento. 
 
Fine delle battaglie legali
 
L'accordo dovrebbe anche risolvere le batteglie legali di lunga data tra le compagnie energetiche ucraine e russe. Le parti hanno deciso di abbandonare l'arbitrato esistente e le rivendicazioni legali che non hanno portato a decisioni definitive e di non aprirne di nuove. 
 
Pertanto Kiev ritirerà le sue pretese anti-monopolio da $ 7,4 miliardi nei confronti di Gazprom. Nel 2016, il comitato antimonopoli dell'Ucraina ha multato Gazprom per aver presumibilmente abusato della sua posizione di monopolio nel mercato del transito del gas con 86 miliardi di grivna (circa 3,6 miliardi di dollari), ma la somma è aumentata di quasi il doppio a causa di multe e sanzioni diverse.
 
In cambio, il colosso del gas russo Gazprom ha annunciato che avrebbe pagato Kiev $ 2,9 miliardi come stabilito dal tribunale arbitrale di Stoccolma. L'anno scorso, il tribunale ha stabilito che la compagnia energetica russa deve pagare la Naftogaz ucraina per una mancanza nella fornitura di gas all'Ucraina.
 
Tuttavia, il protocollo non menziona le richieste di Naftogaz di risarcimento per le attività in Crimea, poiché la società ha perso il controllo su di esse dopo che la penisola si è unita alla Russia. La compagnia ucraina vuole che la Russia paghi $ 5,2 miliardi di danni. 
 
Quando sarà finalmente firmato?
 
Mentre alcuni colloqui tecnici sull'attuazione degli accordi sono ancora in corso, entrambe le parti sperano di concludere l'accordo prima della fine dell'anno. Prima che le parti stampino il documento, Gazprom dovrà estinguere il proprio debito con Naftogaz, mentre quest'ultimo dovrà ritirare i crediti in sospeso concordati. 
 
"Dobbiamo firmare tutto prima del 29 dicembre in modo che ci sia transito dal 1 gennaio", ha dichiarato oggi il funzionario esecutivo di Naftogaz in Ucraina Yury Vitrenko.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa