/ I terroristi del Fronte Al-Nusra reprimono i sostenitori del dial...

I terroristi del Fronte Al-Nusra reprimono i sostenitori del dialogo con il governo siriano

 

Più di 500 membri del gruppo terrorista del Fronte Al-Nusra sono stati imprigionati per la loro posizione a favore del dialogo con il governo siriano.


"Il numero dei membri del gruppo di Al-Nusra, sostenitori del dialogo politici che sono stati messi in carcere, ha superato 500 persone", ha annunciato ieri il capo del Centro russo per la riconciliazione in Siria, il generale Alexei Tsygankov .
 
Il comando russo ha fatto questa rivelazione pochi giorni dopo che il leader di Al-Nusra, Abu Mohamad Al-Golani, ha avvertito i membri della sua bana nella provincia nord-occidentale di Idlib che "il solo pensare alla resa" e "consegnare le armi" all'esercito siriano "è un tradimento."
 
L'esercito russo ha affermato che oltre il 70 per cento del territorio di Idlib è controllato da gruppi terroristici, per lo più da Al-Nusra.
 
Il Generale Tsygankov ha anche riferito che a causa della chiamata alle armi di Al-Golani le varie fazioni si sono unite per affrontare le forze siriane, migliaia di ribelli con armi pesanti e veicoli blindati hanno unito le forze per lanciare un'offensiva nelle province di Hama e Aleppo.

 
Dopo aver raccolto risultati significativi nel centro e nel sud del paese, le forze del governo siriano e i loro alleati stanno ora cercando di liberare tutta la presenza terroristica di Idlib, considerata l'ultima roccaforte degli estremisti e "ribelli".
 
Per raggiungere questo obiettivo, un gran numero di unità militari siriane sono state inviate nelle province vicine, come Hama, inoltre, forze speciali e tecnici dell'aviazione russa sono stati schierati a nord di Idlib.
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa