Il Portogallo, uno dei paesi più vaccinati al mondo, annuncia il ritorno delle restrizioni

Il Portogallo, uno dei paesi più vaccinati al mondo, annuncia il ritorno delle restrizioni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'AntiDiplomatico è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel nostro canale e rimanere aggiornato

Tornano le restrizioni Covid anche in Portogallo, nonostante il paese abbia uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo. 

"Non importa quanto successo abbia avuto la vaccinazione, dobbiamo essere consapevoli che stiamo entrando in una fase di maggior rischio", ha affermato il primo ministro Antonio Costa in una conferenza stampa.

"Abbiamo visto una crescita significativa (nei casi) nell'UE e il Portogallo non è un'isola", ha aggiunto.

Il Portogallo ha riportato 3.773 nuovi casi mercoledì, la cifra giornaliera più alta in quattro mesi, dato che poi è calato a 3.150 giovedì. I decessi, tuttavia, rimangono molto al di sotto dei livelli osservati a gennaio, quando Lisbona ha affrontato la maggiore ondata di Covid nel paese. 

Su 10 milioni di portoghesi, circa l'87 per cento della popolazione è completamente vaccinata con due dosi. Un tasso di vaccinazione tra i più alti al mondo. 

Ma, mentre un'altra ondata di pandemia si diffonde in tutta Europa, il governo ha reintrodotto alcune vecchie regole e ne ha annunciato di nuove per limitare la diffusione nel periodo che precede le festività natalizie.

Le misure entreranno in vigore mercoledì prossimo, 1 dicembre.

Riguardo ai viaggi, il primo ministro Costa ha affermato che le compagnie aeree saranno multate di 20.000 euro per passeggero se questi non hanno effettuato un tampone, compresi i completamente vaccinati. 

Costa ha inoltre annunciato che i completamente vaccinati dovranno presentare un test negativo per entrare in discoteche, bar, grandi eventi e case di cura e che sarà necessario il certificato digitale UE per soggiornare in hotel, andare in palestra o cenare all’interno di ristoranti. 

Il lavoro a distanza sarà obbligatorio durante la prima settimana di gennaio per controllare la diffusione del virus dopo le festività natalizie.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani di Giorgio Cremaschi Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Ti do un bonus... se non ti ammali! di Savino Balzano Ti do un bonus... se non ti ammali!

Ti do un bonus... se non ti ammali!

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel di Roberto Cursi Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti