Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto. Il momento dell'annuncio

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto. Il momento dell'annuncio

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Tutti i passeggeri e l'equipaggio dell'elicottero del presidente iraniano Ebrahim Raisi sono morti nell'incidente. Lo ha annunciato il presidente della Società della Mezzaluna Rossa iraniana Pir Hossein Kolivand.

"Non sono stati trovati segni di passeggeri vivi dopo la scoperta della posizione dell'elicottero precipitato", ha dichiarato al canale televisivo IRIB.

Sull'elicottero viaggiavano anche il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian, il governatore della provincia dell'Azerbaigian orientale Malek Rakhmati e l'imam della preghiera del venerdì di Tabriz Mohammad Ali Ale-Hashem.

 


L'elicottero su cui viaggiava il presidente iraniano ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a causa della fitta nebbia. Nell'incidente hanno perso la vita anche l'ayatollah Al Hashem, il ministro degli Esteri Hossein Amirabdollahian, il governatore della provincia iraniana dell'Azerbaigian orientale Malek Rahmati, due dipendenti del corpo di protezione del presidente, un pilota, un copilota e un ufficiale tecnico.

Il velivolo faceva parte di un convoglio presidenziale composto da tre elicotteri. Gli altri due, che trasportavano ministri e altri funzionari, sono arrivati a destinazione senza incidenti. Il luogo dell'incidente si trova nelle vicinanze del villaggio di Uzi, situato nelle foreste di Arasbaran.

Numerose squadre di soccorso sono state inviate per le ricerche.

Le difficoltà di accesso al luogo dell'incidente e le cattive condizioni meteorologiche hanno ostacolato il lavoro dei soccorritori.

Poco prima della notizia dell'incidente, Raisi aveva incontrato il presidente azero Ilham Aliyev al confine per partecipare a una cerimonia di inaugurazione di nuovi impianti idrici sul fiume Araz.

Secondo il ministro dell'Interno Ahmad Vahidi, "il presidente e il suo entourage stavano rientrando con diversi elicotteri dopo l'inaugurazione della diga di Khodaafarin quando uno degli elicotteri ha dovuto effettuare un atterraggio forzato a causa delle condizioni meteorologiche". In seguito all'annuncio della morte di Raisi e del ministro degli Esteri iraniano, il governo iraniano ha convocato una riunione urgente, riferisce l'IRNA.

Secondo la Costituzione della Repubblica Islamica, il primo vicepresidente iraniano, Mohammad Mokhber, diventerà presidente ad interim del Paese con l'obiettivo di convocare nuove elezioni. 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti