IL RECOVERY MES SPIEGATO FACILE

IL RECOVERY MES SPIEGATO FACILE

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Gilberto Trombetta


“Pioggia di miliardi!”, “potenza di fuoco!”, “arriva il Piano Marshall europeo!”.



Al netto della propaganda unionista dell’attuale Governo e della stampa di regime, la realtà è diversa. Molto diversa.

Stando alle stime della stessa Commissione europea, al netto dei rimborsi che l’Italia dovrà versare entro il 2058, i sussidi netti del Recovery Fund, Recovery MES per gli amici, saranno equivalenti all’1,4% del PIL italiano del 2019 (all’1,9% del PIL includendo i sussidi REACT-EU, circa 7 miliardi di euro).




In soldoni, si tratterebbe di circa 25 miliardi in tutto (grafico 1). Una miseria.

Nel dettaglio ci arriverebbero 1,69 miliardi nel 2021, 2,49 miliardi nel 2022, 2,85 miliardi nel 2023, 2,98 miliardi nel 2024, 3,06 miliardi nel 2025, 3,14 miliardi nel 2026, 3,20 miliardi nel 2027 e i restanti 5,68 miliardi dopo il 2027 (grafico 2).



In cambio ci faremo commissariare fino al 2058. Stringendo ancora di più il cappio unionista al collo del nostro Paese.

Decideranno, i tecnocrati europei, mese per mese come dovremo spendere quei soldi, come rientrare dal deficit “in eccesso” di quest’anno, cosa e quanto dovremo tagliare.

La prima vittima è stata quota 100. Toccherà poi all’ulteriore taglio delle pensioni, a un’altra iniezione letale di deflazione salariale, al progressivo smantellamento dello stato sociale residuo.

Un massacro in stile Grecia. Una tragedia greca all’italiana.

Ma d’altronde, “Ce lo chiede l’Europa!”.

[grafici via https://twitter.com/guado77/status/1309908745766539266]

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti