Israele bombarda i giornalisti. AP: «Scioccati e inorriditi»

Israele bombarda i giornalisti. AP: «Scioccati e inorriditi»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Non accenna a placarsi la furia devastatrice israeliana a Gaza. A farne le spese questa vota un edificio ospitante gli uffici di alcuni media internazionali come Associated Press e Al-Jazeera. 

Al-Jazeera ha trasmesso filmati che mostrano l'edificio che crolla al suolo dopo l'attacco aereo israeliano, sollevando un'enorme nuvola di polvere e detriti.

Jawad Mehdi, il proprietario della Torre Jala, ha detto che un ufficiale dell'intelligence israeliana lo ha avvertito che aveva solo un'ora per garantire l'evacuazione dell'edificio.

In una telefonata con l'ufficiale, implora altri 10 minuti per consentire ai giornalisti di recuperare la loro attrezzatura prima di partire.

"Dacci 10 minuti in più", afferma l’uomo, ma l'ufficiale dall'altra parte della linea rifiuta. Il presidente e amministratore delegato dell'AP Gary Pruitt si è detto "scioccato e inorridito" da un attacco israeliano "incredibilmente inquietante" all'edificio.

Wael al-Dahdouh, capo ufficio di Al-Jazeera a Gaza, ha detto all'Agence France-Presse (AFP): "È terribile, molto triste, prendere di mira Al-Jazeera e altri uffici stampa".

Israele ha affermato che i suoi "jet da combattimento hanno attaccato un grattacielo che ospitava mezzi militari appartenenti all'intelligence militare" di Hamas.

Il comunicato di AP

In relazione all’attacco israeliano il presidente e CEO di AP Gary Pruitt ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Siamo scioccati e inorriditi dal fatto che l'esercito israeliano abbia preso di mira e distrutto l'edificio che ospita l'ufficio dell'AP e altre organizzazioni giornalistiche a Gaza. Conoscevano da tempo l'ubicazione del nostro ufficio e sapevano che c'erano dei giornalisti. Abbiamo ricevuto un avviso che l'edificio sarebbe stato colpito.

Stiamo cercando informazioni dal governo israeliano e siamo impegnati con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti per cercare di saperne di più.

Questo è uno sviluppo incredibilmente inquietante. Abbiamo evitato per un pelo una terribile perdita di vite umane. Una dozzina di giornalisti e liberi professionisti di AP erano all'interno dell'edificio e per fortuna siamo stati in grado di evacuarli in tempo.

Il mondo saprà meno di ciò che sta accadendo a Gaza a causa di ciò che è accaduto oggi”.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni? di Paolo Desogus Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice di Giorgio Cremaschi Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà di Francesco Santoianni Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra di Marinella Mondaini Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie... di Giuseppe Masala L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition  di  Leo Essen Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti