Istat, il Covid e la deflazione non hanno ucciso l'Italia. Possiamo (e dobbiamo) contare sulle nostre forze!

Istat, il Covid e la deflazione non hanno ucciso l'Italia. Possiamo (e dobbiamo) contare sulle nostre forze!

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Pasquale Cicalese

Sembra crollare, ma da decenni ha una capacità di resistenza fuori dal comune. Martoriata dalla deflazione salariale, da un avanzo primario record, dal Fiscal Compact, l'Italia, con un surplus delle partite correnti mostruoso, vive al di sotto delle sue possibilità ma è sempre capace di risalire, piano ma risale.



La stessa pandemia non la distrugge. L' Istat oggi comunica che in estate risalgono i dati riguardanti gli ordinativi alle fabbriche, le esportazioni, le costruzioni e la fiducia delle imprese, nonostante siano mancate 65 milioni di presenze di turisti stranieri. Un altro dato sono le vendite al dettaglio ad agosto cresciute mese su mese dell'11.2% e dello 0.8% su anno.

Nel periodo giugno agosto sono cresciute su trimestre del 22% e addirittura i beni non alimentari del 52%. Ripetiamo, malgrado l'assenza di turisti stranieri. Gli italiani, che hanno da decenni bassi salari imposti dal modello mercantilista e soffrono una disoccupazione e una precarietà diffuse, sembrano fare loro il motto maoista "contare sulle proprie forze".

Ma per uscire da decenni di guado occorrerebbe un movimento operaio che rivendichi più alti salari e costringa lo Stato ad assumere gli 800 mila lavoratori che mancano nella Pubblica Amministrazione. Oggi Federmeccanica ha rotto le trattative sindacali, non vuole dare aumenti. Con la nostra pluridecennale ignavia e la complicità dei confederali sono stati abituati troppo bene. Ma la pandemia lo dimostra, un modello è finito, andare dietro Confindustria sarà sempre più letale.

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti