La clamorosa gaffe del “governo dei migliori” per il centenario del Milite Ignoto

La clamorosa gaffe del “governo dei migliori” per  il centenario del Milite Ignoto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Clamorosa gaffe del “governo dei migliori” per commemorare il centenario del Milite Ignoto. 

L’errore social della Presidenza del Consiglio ha dell’incredibile: il centenario del Milite Ignoto del 21 ottobre scorso, viene celebrato con una locandina dove vi sono raffigurati dei soldati statunitensi e sullo sfondo una cartina della Colombia. 

Con la rete incandescente chiaramente. L’utente andyblack su Twitter scrive: “Il manifesto per il centenario del Milite Ignoto copia la cartolina di guerra di Corea”, e poi aggiunge chiamando in causa gli account del ministero della Difesa e di Lorenzo Guerini (ministro della Difesa): “Ora sapere chi l’ha approvato!”. 

Un altro utente segnala: “Lo Stato Italiano celebra il centenario del #militeignoto mettendo nella locandina ufficiale un soldato americano della seconda guerra mondiale. Povera Patria”. 

C’è da aggiungere che la locandina raffigura dei soldati statunitensi durante la guerra di Corea (1950-53) e non il secondo conflitto mondiale. 

A completare l’incredibile scivolone social c’è la cartina: sulla mappa geografica si legge Cartagena. Città colombiana, capitale del dipartimento di Bolivar. Come sia finita sullo sfondo di una locandina che celebra il centenario del Milite Ignoto italiano resta un mistero. 

“Che pena, neanche per il Centenario del Milite Ignoto sono in grado di fare qualcosa di buono”, chiosa un altro utente social indignato per la gaffe. 

“Migliori” si nella sottomissione e nell’auto colonizzazione, al punto di celebrare i soldati morti della “madrepatria”.

Fabrizio Verde

Fabrizio Verde

Direttore de l'AntiDiplomatico. Napoletano classe '80

Giornalista di stretta osservanza maradoniana

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Quei quattro scemi che intervistano Renatino... di Paolo Desogus Quei quattro scemi che intervistano Renatino...

Quei quattro scemi che intervistano Renatino...

Renatino è un crumiro infelice di Giorgio Cremaschi Renatino è un crumiro infelice

Renatino è un crumiro infelice

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa di  Leo Essen Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti