/ La Turchia è pronta ad acquistare dalla Russia nuovi sistemi miss...

La Turchia è pronta ad acquistare dalla Russia nuovi sistemi missilistici terra-aria e i caccia Su-35 e Su-57

 

A dichiararlo è il vice primo ministro russo Yuri Borisov

 

Il vice primo ministro russo Yuri Borisov ritiene che la possibilità che Russia e Turchia firmino un altro contratto di vendita di sistemi missilistici terra-aria di fabbricazione russa ad Ankara è molto elevata.

 

"Penso che la possibilità sia alta, hanno questa opzione e hanno il diritto di usarla", ha detto ai giornalisti durante una visita in Serbia.

 

Alla domanda se la Russia e la Turchia abbiano discusso delle vendite dei caccia russi Su-35 e Su-57 ad Ankara, Borisov ha dichiarato che il leader turco Recep Tayyip Erdogan ha dimostrato "vivo interesse durante lo spettacolo aereo MAKS".

 

"Probabilmente, faranno una scelta a favore della nostra aviazione da combattimento, nulla può essere escluso", ha detto.

 

I primi rapporti sui colloqui tra Russia e Turchia sulle consegne di sistemi missilistici di difesa aerea S-400 ad Ankara sono emersi a novembre 2016. La Russia ha confermato a settembre 2017 che era stato firmato il relativo contratto del valore di $ 2,5 miliardi. In base al contratto, Ankara riceverà un set di reggimenti di sistemi missilistici di difesa aerea S-400 (due battaglioni).

L'accordo prevede anche il trasferimento parziale della tecnologia di produzione dalla parte turca.

 

La Turchia è il primo stato membro della NATO ad acquistare tali sistemi missilistici di difesa aerea dalla Russia. Le consegne di sistemi di difesa aerea S-400 in Turchia sono iniziate il 12 luglio 2019.

 

Gli Stati Uniti e la NATO hanno tentato di impedire alla Turchia di acquistare i sistemi missilistici S-400 della Russia. Washington ha avvertito in molte occasioni che potrebbe imporre sanzioni alla Turchia, se Ankara avanza con l'accordo con l'S-400.

 

L'S-400 'Triumf' è il più avanzato sistema missilistico di difesa aerea a lungo raggio che è entrato in servizio in Russia nel 2007. È progettato per distruggere aeromobili, crociere e missili balistici, compresi missili a medio raggio, e può anche essere usato contro installazioni a terra. L'S-400 può colpire bersagli a una distanza di 400 km e ad un'altitudine fino a 30 km.

Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa