L'Algeria presenterà una nuova risoluzione per la piena adesione della Palestina all'Onu

L'Algeria presenterà una nuova risoluzione per la piena adesione della Palestina all'Onu

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'Algeria presenterà nuovamente alle Nazioni Unite (ONU) un dossier di adesione a pieno titolo per la Palestina. Lo ha annunciato sabato la rappresentanza del Paese africano presso l'organismo internazionale. Lo riporta Telesur.

Il rappresentante permanente dell'Algeria presso le Nazioni Unite, Ammar Benjameh, ha dichiarato che "il suo Paese, con più forza e slancio, reintrodurrà un documento in tal senso."

Benjameh ha affermato che gli sforzi non cesseranno fino a quando lo Stato di Palestina non diventerà membro a pieno titolo dell'organizzazione.

Giovedì scorso, durante la sessione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, la delegazione statunitense ha posto il veto su una risoluzione presentata dall'Algeria che chiedeva alla Palestina di diventare membro a pieno titolo del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La risoluzione ha ricevuto il sostegno di 12 dei 15 membri del Consiglio, mentre il Regno Unito e la Svizzera si sono astenuti durante la votazione.

Benjameh ha esortato coloro che non hanno votato a favore della risoluzione a farlo la prossima volta. Il diplomatico algerino ha sottolineato che il sostegno schiacciante ha mostrato un messaggio molto chiaro: "la Palestina merita il posto che le spetta tra i membri delle Nazioni Unite."


------------

La situazione della popolazione a Gaza è allo stremo. Lo sterminio di Israele prevede un assedio di stampo medioevale. 

L'AntiDiplomatico e LAD edizioni sono impegnati a sostenere l'associazione "Gazzella", in prima linea per impedire al regime israeliano di portare a termine il suo piano di colonialismo di insediamento. 

Con l'acquisto di "Il Racconto di Suaad" (Edizioni Q - LAD edizioni) dal nostro portale, finanzierete le attività di "Gazzella".

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!" di Marinella Mondaini L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Il mio messaggio a Bengasi di Michelangelo Severgnini Il mio messaggio a Bengasi

Il mio messaggio a Bengasi

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa di Giuseppe Masala Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti