Lavoratori indiani nell'Agro Pontino alzano la testa dopo anni di sfruttamento. E vengono sostituti dai richiedenti asilo africani

Lavoratori indiani nell'Agro Pontino alzano la testa dopo anni di sfruttamento. E vengono sostituti dai richiedenti asilo africani

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala


Bello l'articolo dei lavoratori agricoli indiani su Il Manifesto di ieri.

Si narra che i lavoratori indiani sfruttati da decenni nell'Agro Pontino alzano la testa e chiedono qualche diritto. Il risultato è che vengono sostituiti dai richiedenti asilo africani. Bizzarro che Il Manifesto parli di "sostituzione etnica" dopo che per anni ha deriso chi parlava di questo fenomeno a proposito dei braccianti italiani espulsi dalle campagne, peraltro tacciando chi la proponeva di complottismo e sostenendo che era un delirio di destra, fascista e razzista. Il fatto che le ondate migratorie nelle campagne siano state favorite con l'intento di abbattere il costo del lavoro è evidente ora come allora.

Ora assistiamo al fenomeno della sostituzione etnica dei sostituti etnici degli italiani.  E sia chiaro, nessun intento polemico nei confronti di chi è sfruttato indipendentemente dalla nazionalità di origine e dal colore della sua pelle e della sua religione. Ma le ondate migratorie hanno solo questo obbiettivo: abbattere il costo del lavoro nei settori a basso impatto di skill professionali come l'agricoltura.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti