Lavrov: "La consegna di caccia F-16 all'Ucraina sarà vista dalla Russia come una minaccia nucleare"

Lavrov: "La consegna di caccia F-16 all'Ucraina sarà vista dalla Russia come una minaccia nucleare"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha affermato che l'Ucraina potrebbe ricevere caccia da combattimento F-16 da paesi europei che hanno "un eccesso" di questi caccia. "Per quanto riguarda i caccia F-16, il presidente Biden ha preso la decisione poche settimane fa, lavorando in stretta consultazione con gli alleati, di iniziare ad addestrare i piloti ucraini su quegli aerei", ha rivelato il funzionario dalla capitale lituana, Vilnius, dove questa settimana si è tenuto il vertice Nato.

"Quell'addestramento richiederà del tempo, e poi ci sarà il trasferimento di F-16, probabilmente da paesi europei che hanno scorte in eccesso di F-16", ha specificato Sullivan a Good Morning America.

La risposta della Russia all’ennesima provocazione bellica targata NATO non si è fatta attendere. 

Mosca considererà la fornitura di caccia F-16 a Kiev come una minaccia in campo nucleare, ha dichiarato Sergei Lavrov in un'intervista a Lenta.ru.

Il ministro degli Esteri ha definito i piani della NATO di consegnare aerei da combattimento F-16 all'Ucraina "uno sviluppo estremamente pericoloso" e ha osservato che Mosca ha informato le potenze nucleari dell'alleanza (Stati Uniti, Regno Unito e Francia) che "la Russia non può ignorare la capacità di questi aerei di portare armi nucleari”.

"Nel corso delle operazioni di combattimento, i nostri militari non saranno in grado di determinare se ogni specifico velivolo di questo tipo sia o meno equipaggiato per trasportare armi nucleari", ha detto Lavrov, osservando che "il semplice fatto che le forze armate ucraine dispongano di tali sistemi sarà considerato dalla Russia come una minaccia da parte dell'Occidente in campo nucleare".

Inoltre, il ministro degli Esteri ha sottolineato che "gli Stati Uniti e i suoi satelliti Nato stanno creando rischi di uno scontro armato diretto con la Russia", che avrebbe "conseguenze catastrofiche". Dopo essere stato interrogato sulla possibilità dell'uso di armi nucleari da parte della Russia, Lavrov ha indicato che le condizioni per l'uso di quest'arma sono stabilite nella Dottrina militare del Paese, la quale dichiara che le armi nucleari possono essere utilizzate solo quando "l'esistenza stessa dello Stato" è in pericolo.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti