Lavrov: "Le tracce del colonialismo sono evidenti nelle politiche dei paesi occidentali"

Lavrov: "Le tracce del colonialismo sono evidenti nelle politiche dei paesi occidentali"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"Purtroppo, le tracce della politica del colonialismo sono evidenti nelle politiche dei paesi occidentali quando chiedono che il mondo intero si ponga a loro favore e contro il resto [dei paesi]", ha dichiarato oggi durante la sua visita in Uganda. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Le sue dichiarazioni sono state rilasciate durante la conferenza stampa dopo i colloqui con il suo omologo ugandese, Sam Kutesa, e il presidente del paese africano, Yoweri Museveni.

In questo modo, Lavrov ritiene che le dichiarazioni e le azioni dell'Occidente mettano in evidenza il pensiero del blocco neocoloniale e condanna i suoi tentativi di risolvere le sue discrepanze con la Russia attraverso l'Ucraina.

Il capo della diplomazia russa ha invece soiegato che le discussioni sulla risoluzione della crisi energetica e alimentare nel mondo “non dipenderanno dallo stato d'animo” delle controparti occidentali. Al riguardo, ha elogiato il governo del Paese africano per il suo rifiuto di schierarsi nel conflitto ucraino, sottolineando di aver compreso che le suddette crisi "non hanno nulla a che fare" con l'operazione militare speciale nella nazione europea.

Di recente, Lavrov ha ricordato che i paesi occidentali hanno esacerbato la crisi alimentare mondiale imponendo sanzioni contro la Russia che hanno colpito le sue esportazioni agricole. Ha anche ribadito che le ragioni principali della crisi alimentare che minaccia il mondo includono la pandemia da coronavirus, la massiccia emissione di banconote non sostenute dai paesi occidentali e la siccità senza precedenti in Africa.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti