L'ultimo tradimento di Moreno? Assange verso la consegna al Regno Unito

L'ultimo tradimento di Moreno? Assange verso la consegna al Regno Unito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'Ecuador è pronto a consegnare il fondatore di WikiLeaks nel Regno Unito nelle "prossime settimane o addirittura giorni". Lo ha riportato oggi la direttrice di RT, Margarita Simonyan, citando fonti sue personali. "Le mie fonti mi dicono che [Julian] Assange sarà consegnato alla Gran Bretagna nelle prossime settimane o addirittura giorni". Lo ha scritto Simonyan in un recente tweet che è stato ripubblicato da WikiLeaks. "Come mai prima, vorrei che le mie fonti si sbagliassero", ha continuato.


 

Editor-in-chief of RT: "My sources tell me that @JulianAssange will be handed over to the #UK in the next weeks or days. Like never before I wish that my sources are wrong'' https://t.co/rvN3ne3ifd

— WikiLeaks (@wikileaks) 20 luglio 2018
Il messaggio di Simonyan arriva, mentre le speculazioni sul fatto che il nuovo corso di Lenin Moreno sia in trattative con il Regno Unito sul futuro di Assange sono tornate di nuovo sulla stampa britannica. All'inizio di questa settimana, il Times ha riferito che la Gran Bretagna è impegnata in discussioni di alto livello con gli ecuadoriani nel tentativo di rimuovere Assange dalla loro ambasciata di Londra.

Sir Alan Duncan, il ministro degli Esteri, si dice che stia guidando lo sforzo diplomatico. Fonti vicine ad Assange hanno riferito che lui stesso non fosse a conoscenza dei colloqui ma credeva che l'America stesse mettendo "una pressione significativa" sull'Ecuador, inclusa la minaccia di bloccare un prestito dal Fondo Monetario Internazionale (FMI).

Il rapporto del Times arriva poche settimane prima di una visita nel Regno Unito del neoeletto presidente ecuadoriano Lenin Moreno, che, nella distruzione di tutta la straordinaria ereditarietà di Rafael Correa, sta compiendo anche quest'ultimo passo. Nel corso delle ultime settimane Moreno ha definito Assange un "hacker", un "problema ereditato" e una "pietra nella scarpa".



Intanto arrivano le prime conferme dalla cancelleria dell'Ecuador.

???? "El asilo diplomático es muy importante. Ecuador ha sido fiel a las condiciones del asilo. Después de 6 años ha habido un comportamiento (del sr. Assange) no acorde con las condiciones del asilo", canciller subrogante @AndresTeranEc #PolíticaExteriorEc en @radioquitoec 90.9 Fm

— Cancillería Ecuador (@CancilleriaEc) 20 luglio 2018

 

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Renatino è un crumiro infelice di Giorgio Cremaschi Renatino è un crumiro infelice

Renatino è un crumiro infelice

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa di  Leo Essen Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il mondo delle Scommesse e dei soldi facili negli Usa

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti