"Per i più vulnerabili": Víctor Hugo Morales tiene un minuto di silenzio in onda dopo la vittoria di Milei

"Per i più vulnerabili": Víctor Hugo Morales tiene un minuto di silenzio in onda dopo la vittoria di Milei

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Pieno di emozione e tristezza, il leggendario giornalista Víctor Hugo Morales ha iniziato il suo primo programma su AM750 con Javier Milei come presidente eletto della Repubblica Argentina in un modo molto speciale, proprio nello stesso giorno in cui si celebra la Giornata della Sovranità. 

Il conduttore de La Mañana ha tenuto un minuto di silenzio "per i più vulnerabili".

"Buona giornata. Per l'istruzione pubblica, la sanità pubblica, i pensionati, la cultura, le donne, la diversità sessuale, le persone con disabilità, gli artisti, gli scienziati, i più vulnerabili: osserveremo un minuto di silenzio", ha affermato il giornalista.

Poi, dopo un emozionante silenzio, è stata Hebe de Bonafini, ex presidente delle Madri di Plaza de Mayo, a rompere il silenzio con un vecchio audio rivolto ai più giovani.

"Voglio dire ai giovani, che sono molto scoraggiati, che la lotta per la libertà, per l'indipendenza, per la patria, inizia ogni mattina quando ci svegliamo. Perché questa è la politica. Quella è la politica. La politica si fa da lì", afferma la storica attivista scomparsa nel 2022.

La sua esortazione ai giovani così prosegue: "Da quando ci si sveglia e si pensa a cosa fare. Quando si pensa a cosa fare per l'altro, si pensa alla patria. Perché l'altro è la patria. Colui a cui manca tutto. Quello che non ha nulla. Quello che a volte non ha nemmeno voglia di protestare".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti