World Affairs/Perché l'inevitabile vittoria della Siria a Idlib preoccupa l'Eur...

Perché l'inevitabile vittoria della Siria a Idlib preoccupa l'Europa?

 

I progressi dell'esercito siriano a Idlib preoccupano l'Europa, in quanto dovrebbe ricevere migliaia di terroristi che stanno perdendo il loro rifugio nel paese arabo


Ann Linde, ministro degli esteri svedese, ha invitato l'Unione europea (UE) ad aumentare le pressioni sul governo del presidente siriano Bashar al-Assad per l'operazione antiterroristica che sta conducendo nella provincia di Idlib (nord-ovest Siria).

 
In un messaggio pubblicato ieri sulla sua paginaFacebook, Linde ha affermato che "la pressione deve essere aumentata", nel tentativo di fermare il fuoco in questaa provincia e "prevenire" l'esodo dei gruppi armati in Turchia e poi in Europa.
 
 

 
 
Il cancelliere svedese ha definito "orribili" gli attacchi delle forze siriane lanciati contro le postazioni terroristiche, sebbene abbia taciuto sui crimini commessi dai terroristi a Idlib, come l'uso dei civili come scudi umani .
 
Le osservazioni di Linde sono arrivate dopo un incontro con le sue controparti dell'UE a Bruxelles (Belgio), lo stesso giorno in cui il blocco della comunità ha accettato di aggiungere otto imprenditori "importanti" e due entità correlate all'elenco delle sanzioni contro Damasco.
 
Tra i 5000 e i 7000 terroristi stranieri si trovano a Idlib, di cui la maggior parte sono europei, di nazionalità tedesca o francese. Il loro spostamento, inoltre, costituisce una grande minaccia alla sicurezza dei paesi europei.
 
La presenza turca ad Idlib potrebbe essere interpretata come una piattaforma per salvare questi terroristi. La Siria, tuttavia, afferma che  Ankara non sarà in grado di salvare i terroristi. A questo proposito, Assad ieri ha ribadito che  "la battaglia per la liberazione delle province di Aleppo e Idlib continua , indipendentemente da tutte le parole vuote che vengono dal nord", alludendo alle minacce turche.
 
Fonte: Foto AFP
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa